Naadam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La cerimonia del Naadam a Ulaanbaatar nel 2006.

Naadam (Наадам in Lingua mongola, traducibile in "giochi") è una festività tradizionale della Mongolia. La manifestazione viene anche chiamata Eriin gurvan naadam (эрийн гурван наадам), letteralmente i "Tre giochi da uomini". Durante la manifestazione, in concomitanza con le vacanze di mezza estate (in genere 11-13 luglio), si praticano la lotta libera tradizionale mongola (il Khapsagay), la spettacolare ippica tradizionale mongola e il tiro con l'arco, sia a piedi che a cavallo. L'accesso delle donne al Naadam è cosa recente: le donne adulte hanno cominciato a partecipare alle gare di tiro con l'arco e le ragazze alle gare ippiche; è ancora loro preclusa la lotta libera.

Il Naadam, occasione per percepire l'autentico folklore mongolo, si svolge da oltre tremila anni (è infatti la seconda olimpiade più antica del mondo) ed è la festa nazionale più importante e celebre della Mongolia. Da otto secoli è anche l'occasione per rievocare le gesta di Gengis Khan, orgoglio della Mongolia, e inoltre dal 1921 costituisce l’anniversario della rivoluzione mongola. Il culmine della festa si raggiunge nelle gare di una lotta molto simile all'occidentale wrestling, in cui cinquecento uomini si battono senza categorie per conquistare il titolo di Leone della Mongolia. È un tipo di lotta molto brutale, senza compromessi e per questa mancanza di regole tradizionali è difficile che un lottatore mongolo venga accettato nella Olimpiade internazionale, con combattimenti lenti ed estenuanti ad eliminazione diretta. Se un vincitore durante il Naadam si aggiudicherà almeno due titoli nazionali verrà acclamato come Titano.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]