Murder party (gioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il murder party nella sua forma ludica è un gioco di ruolo di argomento "giallo", stile investigation story.

I partecipanti, sempre sotto la guida di un regista, interpretano una vicenda poliziesca. Uno di loro è colpevole di un reato (ma il suo ruolo è ignoto a tutti gli altri e lui dovrà cercare di mantenerlo tale) e gli altri dovranno capire, nell'ambito dello svolgimento del gioco ed in base agli elementi in loro possesso dall'inizio o nel prosieguo del gioco, chi questi sia.

Il gioco richiede l'esistenza di un copione strutturato (noto integralmente al solo regista), una discreta abilità interpretativa di tutti i partecipanti e la reciproca interattività.

Il murder party nasce nei primi decenni del XX secolo nei paesi anglosassoni, ma si espande gradualmente in varie parti del mondo, privilegiando sempre i paesi a lingua inglese. Anche in Italia esistono organizzazioni che se ne occupano a livello hobbystico e/o professionale.

Negli ultimi anni (dal 1980 circa) il murder party ha sviluppato anche una valenza di intrattenimento-spettacolo e così infatti viene molte volte oggi presentato. Semplicemente aggiungendo ai normali ingredienti (trama e pubblico giocante) attori e registi professionisti, scene e/o luoghi particolari, oggetti di scena, etc., naturalmente sempre nell'estrema interattività dei partecipanti.

Con gli anni novanta nascono quindi le "Cene con delitto" (versione breve svolta prevalentemente durante una cena a più tavoli e convitati), i "Weekend con delitto" (versione più ampia temporalmente, scenicamente, nonché come complessità che normalmente richiede due giorni consecutivi), i "murder party teatrali". Essenzialmente tutti spettacoli/intrattenimento ove in periodi più o meno lunghi (dalle 3 ore alle 48) e con pubblici variabili come numero (dalle 20 alle 120-150 persone) si vivono eventi dinamici e criminosi, che portano il pubblico ad essere esposto e coinvolto in prima persona agli eventi. Si è in equilibrio tra teatro, gioco e giallo deduttivo.

Il successo di tali eventi porta ad un'ultima attuale (1999) applicazione dei murder party: il training scolastico o aziendale. Nel training aziendale il murder party è ispirazione e argomento, ma ovviamente sono coinvolte anche altre professionalità oltre agli attori, quali psicologi, etc. Sono oramai molte comunque le aziende che promuovono per il loro personale addestramenti del genere sia negli USA (più innovativi in questi argomenti) sia in Italia. Le finalità sono evidentemente quelle del team building e del problem solving.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Remo Chiosso. Murder party ovvero crimini divertenti. Roma, ed. Novecento GeC, 2003, ISBN 8888423117. Primo libro pubblicato in Italia sull'argomento. Libro relativo al murder party, ma sempre nell'ottica puramente ludica.
  • Andrea Angiolino, Luca Giuliano, Beniamino Sidoti. Inventare destini. Bari, edizioni La Meridiana, 2003, ISBN 8887507880. Ne parla relativamente a quanto realizzato in ambito scolastico (pag 130 e seg.)
  • Serata in Giallo di Antonello Lotronto e Mario Corte (Digamma, Roma, 1995), è la prima collana di murder parties apparsa in Italia. A differenza dei tradizionali murder parties inglesi, non prevede un numero rigoroso di partecipanti. Per la collana sono apparsi i seguenti titoli: Il mistero del nuraghe, Sangue blu, Luna di miele sul Nilo.
  • Lorenzo Trenti. Aperitivo con delitto. Delos Books, 2008, ISBN 8895724305. Una introduzione al murder party e 3 scenari da giocare.
  • Antonello Lotronto - Lorenzo Trenti. Murder party. A cena con il morto. Castelvecchi Ultra, 2012, ISBN 9788876157059. Storia, formati e consigli per l'organizzazione, più 3 scenari da giocare.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]