Mini Countryman (2010)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mini Countryman
Mini Countryman front 20100124.jpg
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Mini
Tipo principale SUV
Produzione dal 2010
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.097 mm
Larghezza 1.993 mm
Altezza 1.561 mm
Passo 2.595 mm
Massa 1.340 kg
Altro
Stessa famiglia Mini (2001)[senza fonte]
Auto simili Fiat 500L Trekking
Mini Cooper Countryman (R60) – Heckansicht, 2. April 2011, Düsseldorf.jpg
Vista posteriore

La Mini Countryman è un'automobile con carrozzeria di tipo SUV a 5 porte, realizzata dalla Mini a partire dal 2010.

Storia e descrizione[modifica | modifica sorgente]

Presentata al Salone dell'automobile di Ginevra il 26 marzo 2010, si tratta del primo modello a 5 porte prodotto dal marchio Mini, con un'impostazione di tipo SUV. È una Mini anomala rispetto alle caratteristiche comuni del modello, supera infatti i 4 metri di lunghezza. Per quanto concerne la trasmissione, viene proposta in 2 varianti: a trazione anteriore, o a trazione integrale ALL4, il cambio è manuale a 6 rapporti, le versioni più potenti in opzione possono essere equipaggiate con un cambio automatico.[1]

La Countryman viene costruita presso gli stabilimenti della Magna Steyr di Graz, in Austria.

Versioni e motorizzazioni[modifica | modifica sorgente]

Versioni da competizione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mini John Cooper Works WRC e Mini All4 Racing.

La Mini John Cooper Works WRC, versione WRC della Countryman, è impegnata nel Campionato del mondo rally, dov'è portata in pista dalla Prodrive. La versione quattro ruote motrici della Countryman, la Mini All4 Racing, è invece impiegata dal team X-raid prevalentemente nei Rally raid.[2]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

2011

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Le più importanti novità presentate al Salone dell’auto di Ginevra, inalessandria.it. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  2. ^ Technical specifications – MINI All4 Racing, x-raid.de. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  3. ^ Campos bissa il successo della Spagna e vince il Portalegre, quellidellafrica.myblog.it. URL consultato il 30 ottobre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]