Mini Countryman (2010)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mini Countryman
Mini Countryman front 20100124.jpg
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Mini
Tipo principale SUV
Produzione dal 2010
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.097 mm
Larghezza 1.789 mm
Altezza 1.561 mm
Passo 2.595 mm
Massa 1.340 kg
Altro
Stessa famiglia Mini (2001)[senza fonte]
Auto simili Fiat 500L Trekking
Mini Cooper Countryman (R60) – Heckansicht, 2. April 2011, Düsseldorf.jpg

La Mini Countryman è un'automobile con carrozzeria di tipo SUV a 5 porte, realizzata dalla Mini a partire dal 2010.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Presentata al Salone dell'automobile di Ginevra il 26 marzo 2010, si tratta del primo modello a 5 porte prodotto dal marchio Mini, con un'impostazione di tipo SUV. È una Mini anomala rispetto alle caratteristiche comuni del modello, supera infatti i 4 metri di lunghezza. Per quanto concerne la trasmissione, viene proposta in 2 varianti: a trazione anteriore, o a trazione integrale ALL4, il cambio è manuale a 6 rapporti, le versioni più potenti in opzione possono essere equipaggiate con un cambio automatico.[1]

La Countryman viene costruita presso gli stabilimenti della Magna Steyr di Graz, in Austria.

Versioni e motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Mini One Countryman Cooper Countryman Cooper S Countryman One D Countryman Cooper D Countryman Cooper SD Countryman
Motore: 4 cilindri in linea a benzina 4 cilindri in linea a benzina, iniezione diretta Turbocompresso 4 cilindri in linea a Ciclo Diesel, Common-Rail, Turbocompresso
Commercializzazione: settembre 2010 settembre 2010 [settembre 2011] settembre 2011
Cilindrata: 1598 cm³ 1560 cm³[1] 1560 cm³[1] [1995 cm³] 1995 cm³
Potenza massima
giri al minuto:
72 kW (98 CV)/6000 90 kW (122 CV)/6000 135 kW (184 CV)/5500 66 kW (90 CV)/4000 82 kW (112 CV)/4000 105 kW (143 CV)/4000
Coppia massima
giri al minuto:
153 Nm/3000 160 Nm/4250 240 Nm/1600–5000 215 Nm/1750–2500 270 Nm/1750–2250 305 Nm/1750–2700
Trazione: anteriore
Trazione opzionale: integrale ALL4 integrale ALL4 integrale ALL4
Cambio velocità: Manuale a sei rapporti
Cambio velocità opzionale: automatico a sei rapporti automatico a sei rapporti
Peso in ordine di marcia: 1335 kg [1365 kg] 1385–1450 kg [1405–1470 kg] 1365 kg 1385–1405 kg [1455–1480 kg] 1395–1570 kg [1420–1495 kg]
Portata massima: 395 kg 385–395 kg 375 kg 425–470 kg 460–470 kg
Accelerazione 0–100 km/h: 12,7 s [13,7 s] 10,5 s [11,7 s] 7,6–7,8 s [7,8–8,0 s] 13,2 s 10,9–11,6 s [11,3–11,8,0 s] 9,3–9,4 s [9,5 s]
Velocità massima: 175 km/h [168 km/h] 190 km/h [182 km/h] 209–215 km/h [208–213 km/h] 170 km/h 180–185 km/h [175-180 km/h] 195–198 km/h [193–195 km/h]
Consumo carburante
litri per 100 km (ciclo combinato):
5,9 l Super [7,2 l Super] 6,1 l Super [7,1 l Super] 6,3–6,7 l Super [7,1–7,6 l Super] 4,3 l Diesel 4,4–4,9 l Diesel [5,6–6 l Diesel] 4,6–4,9 l Diesel [5,7–6,1 l Diesel]
Emissioni di CO2: 137 g/km [167 g/km] 142 g/km [167 g/km] 146–157 g/km [166–178 g/km] 113 g/km 115–129 g/km [149–156 g/km] 122–130 g/km [150–160 g/km]
Conforme alle norme europee di emissione: Euro 5
I valori fra parentesi si riferiscono ai modelli equipaggiati con cambio automatico.
[1]Dal 2011 sostituisce la versione da 1598 cm³

Versioni da competizione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Mini John Cooper Works WRC e Mini All4 Racing.

La Mini John Cooper Works WRC, versione WRC della Countryman, è impegnata nel Campionato del mondo rally, dov'è portata in pista dalla Prodrive. La versione quattro ruote motrici della Countryman, la Mini All4 Racing, è invece impiegata dal team X-raid prevalentemente nei Rally raid.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le più importanti novità presentate al Salone dell’auto di Ginevra, inalessandria.it. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  2. ^ Technical specifications – MINI All4 Racing, x-raid.de. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  3. ^ Campos bissa il successo della Spagna e vince il Portalegre, quellidellafrica.myblog.it. URL consultato il 30 ottobre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]