Metropolitana di Caracas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Metropolitana di Caracas
Tren metro de caracas caño amarillo.jpg
Inaugurazione 1983
Gestore Compañía Anónima Metro de Caracas
Lunghezza 52,4 km
Tipo Metropolitana
Numero linee 4
Numero stazioni 44
Passeggeri
al giorno
all'anno

1.320.000
Mappa del tracciato

La metropolitana di Caracas (in spagnolo: Metro de Caracas) è composta da 4 linee. La costruzione e il funzionamento del sistema è stato eseguito dalla società C.A. Metro de Caracas, una società di proprietà statale, che fu fondata nel 1977 da José González-Lander; quest'ultimo dirigerà il progetto per più di trenta anni.

La metropolitana è stata fonte di orgoglio del Venezuela fin dalla sua apertura nel 1983. Costruita in gran parte in sotterranea, è una delle più grandi realizzazioni di ingegneria nel paese.

Il suo motto attuale è Enlazamos nuevos destinos (colleghiamo nuove destinazioni).

Espansioni[modifica | modifica sorgente]

I progetti comprendono il completamento del secondo stralcio della Linea 3, che va dalla stazione di El Valle fino a La Rinconada; quest'ultima inaugurata nell'ottobre 2006, e l'aumento delle stazioni (Los Jardines, Coche e Mercado), la cui costruzione e apertura è prevista nel 2010.

L'estensione della Linea 2 (nota anche come Linea 5 durante la fase di costruzione) sarà costruita e aperta nel 2012. Il primo progetto per un tratto di 7,5 km comprende 6 nuove stazioni, quali Bello Monte, Las Mercedes, Tamanaco, Chuao, Campo Bello e la stazione di Parque del Este II. Un progetto separato da realizzare simultaneamente, per altri 6,7 km con 4 stazioni aggiuntive, quali Montecristo, Boleíta, El Marqués e il terminal La Urbina (Petare Norte). Altri piani riguardano l'espansione del sistema con la costruzione di altre due linee: Linea 5 (15 km) a sud-est di Caracas, e la Linea 6 (17 km) che correrà parallela alla linea 1 verso nord.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti