Medaglia mauriziana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Medaglia Mauriziana)
Medaglia mauriziana
Medaglia mauriziana al merito militare di dieci lustri
Mauriziana.jpg
Una medaglia mauriziana
Regno di Sardegna Regno d'Italia Repubblica Italiana
Tipologia personale
Status cessato
Istituzione 19 luglio 1839
Cessazione 7 maggio 1954
Motivo della cessazione Sostituita dalla medaglia mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare
Mauriziana BAR.svg
Nastro da uniforme corrispondente alla medaglia

La medaglia mauriziana è una onorificenza italiana conferita al compimento di cinquant'anni di servizio militare.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È stata istituita dal re di Sardegna Carlo Alberto di Savoia, tramite le Regie magistrali patenti, il 19 luglio 1839, con il nome di "medaglia mauriziana al merito militare di dieci lustri"[1], e nel Regno d'Italia è stata disciplinata con regio decreto 21 dicembre 1924.

La "medaglia mauriziana al merito militare di dieci lustri" verrà sostituita dalla Repubblica italiana il 7 maggio 1954 con la legge n. 203 (modificata dalla legge 8 novembre 1956, n. 1327) e assumerà il nome di "medaglia mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare".

Sono destinatari di tale riconoscimento gli ufficiali e sottufficiali dell'Arma dei Carabinieri, dell'Esercito Italiano, della Marina Militare, dell'Aeronautica Militare, della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato. Agli ufficiali generali è riservata una medaglia da 52 mm di diametro, per gli ufficiali superiori e i sottufficiali da 37 mm[1].

Conferimento[modifica | modifica wikitesto]

Viene conferita con decreto del presidente della Repubblica, su proposta del ministro della Difesa, per gli appartenenti alle forze armate; di concerto con i ministri dell'interno e delle Finanze, negli altri casi. La medaglia mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare viene attualmente concessa su decreto del Presidente della Repubblica per il compimento di dieci lustri di carriera militare (non di servizio militare).

Agli anni di servizio effettivamente prestati si sommano il periodo di comando per intero ed i periodi di servizio nei reparti operativi nella misura del 50%. Inoltre è consentito aggiungere per intero - escludendoli quindi dal computo del reparto operativo - la partecipazione alle operazioni di pace in teatri operativi esteri - es. Libano, Afghanistan - Kosovo ecc. dal computo generale è necessario sottrarre tutte le assenze - aspettativa per malattia e tutti i corsi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Santi-Mazzini 2005, p. 214

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Santi-Mazzini, Militaria - Storia delle potenze europee da Carlo Magno al 1914, Milano, Mondadori, 2005, ISBN 88-370-3324-9

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]