Mbomou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima prefettura centrafricana, vedi Prefettura di Mbomou.
Mbomou
Stati RD del Congo RD del Congo
Rep. Centrafricana Rep. Centrafricana
Lunghezza 710 km[1]
Sfocia fiume Ubangi
Mappa del fiume

Lo Mbomou (anche M'bomou o Bomu) è un fiume dell'Africa centrale (Repubblica Democratica del Congo e Repubblica Centrafricana), ramo sorgentizio di destra dell'Ubangi (bacino idrografico del Congo).

Nasce nell'estremo nordest del territorio congolese, all'incrocio dei confini con il Sudan del Sud e la Rep. Centrafricana, scorrendo poi con direzione mediamente occidentale per circa 700 chilometri segnando lungo tutto il suo percorso il confine fra la Rep. Dem. del Congo e la Rep. Centrafricana; confluisce con il fiume Uele presso la città di Yakoma, dando origine all'Ubangi. I suoi maggiori affluenti sono Ouara, Chinko e Mbara, provenienti tutti dalla destra idrografica.

Il primo europeo che esplorò il corso dello Mbomou fu, nel 1877, il fisico ed esploratore greco Panayotis Ponagos.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Source book for the inland fishery resources of Africa - Vol. 1.
  2. ^ (EN) Bomu River. In Encyclopedia Britannica, 2011.
Africa Portale Africa: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa