Maximilian von Montgelas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto del conte von Montgelas all'età di 75 anni, di Eduard Heuß

Maximilian Josef, conte von Montgelas (Monaco di Baviera, 12 settembre 1759Monaco di Baviera, 14 giugno 1838) è stato un politico tedesco, primo ministro della Baviera dal 1799 al 1817.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Apparteneva a una nobile famiglia di origine savoiarda.

Fu segretario di Massimiliano Giuseppe di Baviera e, quando questi divenne principe elettore, fu nominato capo del governo (1799).

Promosse una politica volta alla modernizzazione del paese, abolendo i privilegi feudali, secolarizzando i beni ecclesiastici, riformando l'amministrazione dello stato in senso unitario e accentrato.

Per ridurre l'influenza della Chiesa cattolica nella cultura e nella politica bavarese, estese i diritti civili ai protestanti e concesse alcuni diritti alle comunità ebraiche della Baviera.

Abolì la tortura, introdusse l'istruzione obbligatoria gratuita, il servizio militare obbligatorio e le vaccinazioni obbligatorie.

In politica estera, cercò di emanciparsi dall'Austria e di legarsi alla Francia napoleonica, ottenendo per l'elettorato di Baviera l'erezione a regno (1805).

Nel 1808 fece emanare la prima legge fondamentale moderna della Baviera.

Sostenitore dell'indipendenza bavarese, Montgelas fu costretto a dimettersi nel 1817 dal principe Ludovico, fautore del movimento nazionale tedesco.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 74650358 LCCN: n88196288