Martes americana atrata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Martora dei pini di Terranova
Newfoundland Pine Marten.jpg
Stato di conservazione
Status iucn2.3 EN it.svg
In pericolo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Mustelidae
Genere Martes
Specie M. americana
Sottospecie M. a. atrata
Nomenclatura binomiale
Martes americana atrata

La martora dei pini di Terranova (Martes americana atrata) è una sottospecie geneticamente distinta della martora americana (Martes americana), mammifero della famiglia Mustelidae. Questa sottospecie vive solamente sull'isola di Terranova nella provincia di Terranova e Labrador, in Canada; talvolta ci si riferisce ad essa come alla martora americana (popolazione di Terranova). La martora dei pini di Terranova è simile nell'aspetto alla cugina continentale, ma è leggermente più grande ed ha la pelliccia più scura.

Status[modifica | modifica wikitesto]

La martora di Terranova viene considerata minacciata ed è protetta in Canada dallo Species at Risk Act (SARA), dal Canada National Parks Act e dall'Endangered Species Act di Terranova e del Labrador. Quest'animale venne ritenuto per la prima volta a rischio nel 1986 e venne ridesignato come minacciato nel 1996, avendo una popolazione stimata di soli 300 esemplari[1].

Nel 1996, nel parco naturale di Salmonier, vicino a St. John, a Terranova, ebbe inizio un programma di riproduzione in cattività. Nel 1999, quattro martore nate in cattività vennero rilasciate in natura nei pressi del parco nazionale di Terra Nova[2]. La popolazione attuale di questa specie, nell'aprile 2007, è stata stimata tra i 400 e gli 800 animali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ COSEWIC Assessment and Update Status Report on the American Marten (Newfoundland population), Government of Canada. URL consultato il 26 novembre 2007.
  2. ^ American Marten Newfoundland population, Environment Canada. URL consultato il 26 novembre 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi