Mỹ Sơn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Mỹ Sơn
Una torre di My Son.
Una torre di My Son.
Localizzazione
Stato Vietnam Vietnam
Distretto Da Nang
Dimensioni
Superficie 1420000

Coordinate: 15°30′59″N 108°34′01″E / 15.516389°N 108.566944°E15.516389; 108.566944

Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Mỹ Sơn
(EN) My Son Sanctuary
Tipo Culturali
Criterio (ii)(iii)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1999
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda


Il complesso monumentale di Mỹ Sơn si trova nella provincia di Quảng Nam, a circa 70 km dalla città di Đà Nẵng, nel Viêt Nam centrale.

La traccia più antica di monumenti di culto a Mỹ Sơn è la stele con iscrizione del IV secolo in cui il re Bhadravarman annuncia la fondazione di un tempio dedicato a Shiva Bhadreshvara. Questa fondazione ha un particolare rilievo storico, in quanto il complesso religioso di Mỹ Sơn era il principale luogo di culto dei sovrani del regno Champa, nonché il luogo dove venivano cremati dopo la loro morte.

Della prima fase di esistenza del complesso monumentale non rimane nulla, verosimilmente perché tutte le strutture furono costruite in legno e altri materiali deperibili. Le epigrafi cham parlano di edifici in laterizi solo a partire dal VII secolo.

Degli 11 gruppi di monumenti conosciuti, il più antico è il gruppo E, che risale allo VIII secolo. Il complesso cessò di essere utilizzato a scopi cultuali nel XIII secolo.

Nel 1999 l'UNESCO lo ha inserito tra i patrimoni dell'umanità.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • J. Boisselier, La statuaire du Champa, Paris 1963;
  • L. Finot, «Les inscriptions de Mỹ Sơn», Bulletin de l'École Française d'Extreme-Orient, 1904, pp. 891-977;
  • Hồ Xuân Tịnh, Cham Relics in Quang Nam, Đà Nẵng 1998;
  • Nguyễn Xuân Lý, «Trở lại van de kỷ thuật xây dựng tháp Chăm [Ancora sulla tecnica di costruzione delle torri Cham]», Khảo cổ học, 1991, no. 1, pp. 76-79;
  • H. Parmentier, «Les monuments du cirque de Mỹ Sơn», Bulletin de l'École Française d'Extreme-Orient, 1904, pp. 805-890;
  • H. Parmentier, Inventaire descriptif des monuments Cams de l’Annam, Paris 1910, 2 voll.;
  • A. V. Schweyer, «Chronologie des inscriptions publiées du Campa», Bulletin de l'École Française d'Extreme-Orient, 86 (1999), pp. 321-344.
  • Trần Kỳ Phương, Cham Ruins, Hà Nội 1993;
  • A. Wawrzyniak, S. Skibiński, «Góp phần nghiên cứu kỷ thuật xây dựng tháp Chăm [Contributo allo studio della costruzione delle torri Cham]», Khảo cổ học, 1987, no. 1, pp. 60-63;

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]