Lycopodiaceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Licopodiaceae
Lycopodium annotinum 03.jpg
Lycopodium annotinum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Divisione Lycopodiophyta
Classe Lycopodiopsida
Ordine Lycopodiales
Famiglia Lycopodiaceae
Nomi comuni

Licopodio

Specie

vedi Specie

Le licopodiacee (Lycopodiaceae) sono una famiglia di piante vascolari appartenenti all'ordine delle Lycopodiales.

Morfologia e caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Le Lycopodiaceae sono una famiglia di pteridofite della classe Lycopodiopsida, i cui protalli sono ben sviluppati e di morfologia assai varia. Essi sono formati nella maggior parte dei casi da una parte inferiore vegetativa ed una superiore riproduttiva. Il protallo si sviluppa soltanto se si forma una microrrizia con un fungo simbionte. Lo sporofito è allungato e ramificato, molto foglioso.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Il genere Lycopodium comprende circa 180 specie di zone temperate e tropicali, con sporofito erbaceo lungo fino a 2 metri, strisciante, eretto o pendente; fusti dicotomici rivestiti da foglie squamiformi, le quali possono essere disposte in verticilli o a spirale, ma comunque sessili. In Italia vivono Lycopodium annotinum e Lycopodium clavatum. Le spore di quest'ultimo - polvere di licopodio - si usavano in medicina come topico protettivo.