Lobo di soliflusso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I lobi o lingue di soliflussione o di soliflusso sono conformazioni caratteristiche della superficie esterna di un versante collinare causate dalle diverse velocità di flusso detritico e modellate a seconda della morfologia del suolo. Di solito queste lingue hanno un fronte ripido e una superficie esterna relativamente liscia. [1][2] Larry Gedney riferisce che le lingue di soliflussione possono muoversi rapidamente giù per il pendio a una velocità di diversi centimetri al giorno [3] Nella soliflussione la colata si combina con lo slittamento che coinvolge gli strati superficiali nelle zone di permafrost [4].

« Gli strati in superficie subiscono il disgelo a poca profondità durante la breve estate, ritrovandosi così in una posizione molto sdrucciolevole. L'acqua del disgelo e della pioggia saturano il suolo nel periodo primaverile dato che non può percolare all'interno degli strati ghiacciati sottostanti. Ciò crea una saturazione instabile nell'interfaccia tra gli strati gelati e scongelati, e il duro strato saturo in alto fluisce giù come una densa melma lubrificata dallo strato semi-liquido sottostante. La soliflussione può verificarsi anche su versanti di moderata pendenza, a causa della facilità con cui un lobo o lingua riesce a scivolare sul substrato ghiacciato. [4] »

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Solifluction Lobe. URL consultato il 26-05-2010.
  2. ^ (EN) solifluction lobe. URL consultato il 26-05-2010.
  3. ^ . Queste colate sono forme curiose caratteristiche dei versanti alpini nell'entroterra dell'Alaska. I lobi di soliflussione possono essere osservati nel loro ripiegarsi giù per i pendii delle colline in prossimità di molte strade dell'entroterra, compresa le autostarde Steese e Taylor. Uno di questi versanti collinari modellati da questo fenomeno ricorda il trucco di un attore anziano deteriorato che cola sotto le calde luci di un film horror. (Larry Gedney, Solifluction)
  4. ^ a b (EN) Larry Gedney, Solifluction. URL consultato il 26-05-2010.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Larry Gedney, Solifluction. URL consultato il 26-05-2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]