Torba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Torba (disambigua).
Torba a Lewis, in Scozia

La torba è un deposito composto da resti vegetali sprofondati e impregnati d'acqua che, a causa dell'acidità dell'ambiente, non possono decomporsi interamente. Essa può includere molti altri tipi di materiale organico, come cadaveri di insetti ed altri animali.

La torba si accumula in suoli più o meno saturi d'acqua e in assenza di ossigeno. Rappresenta lo stadio iniziale della formazione del carbone: la sua carbonizzazione si è arrestata in seguito a grandi sconvolgimenti avvenuti verso la fine dell'era terziaria, all'inizio del quaternario, che hanno riportato i resti vegetali ancora in gran parte ricchi di idrogeno e ossigeno a contatto con l'aria.

Dato che il processo di fossilizzazione non è ancora completato, da un punto di vista commerciale le torbe non sono più incluse tra i carboni fossili. Solo sotto certe condizioni la torba si trasforma in carbone di lignite nel corso di milioni di anni.

Classificazione delle torbe[modifica | modifica wikitesto]

La classificazione delle torbe può avvenire secondo il loro stato di decomposizione o grado di maturazione.

Allo scopo si utilizza la seguente scala di Von Post che per convenzione classifica le torbe in classi da 1 a 10, precedute dalla lettera H:

Classe tipo di torba
H1-H3 torba giovane (molto chiara)
H2-H4 torba bionda (poco decomposta)
H3-H6 torba bruna (decomposizione medio/alta)
H7-H10 torba nera (molto decomposta)

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Sfruttamento di torba in Frisia orientale, Germania

I depositi di torba si trovano in varie parti del mondo, come in Russia, Bielorussia, Irlanda, Finlandia, Estonia, Scozia, Polonia, Germania settentrionale, nei Paesi Bassi, in Scandinavia, Nuova Zelanda e in America del Nord. Soprattutto presenti in Canada, Michigan, Minnesota, nelle Everglades della Florida e in certe aree della California.

Circa il 60% delle zone umide della Terra è costituito da torba. I depositi di torba coprono un totale di circa il 3% delle terre emerse (da 3.850.000 a 4.100.000 km²) e contengono circa 550 miliardi di tonnellate di carbone.[1][2]

Utilizzi[modifica | modifica wikitesto]

La torba è soffice e si comprime facilmente. Se pressata, l'acqua contenuta all'interno fuoriesce.

Combustibile[modifica | modifica wikitesto]

In alcuni Paesi come l'Irlanda e la Finlandia e in zone povere di alberi, la torba viene usata come combustibile fossile, in particolare per cucinare e per riscaldamento. Pile di torba da essiccare, ricavate dalle torbiere, possono ancora essere notate in certe zone rurali.

Affumicatura ed essiccamento[modifica | modifica wikitesto]

Il processo di affumicatura mediante la torba, praticato soprattutto in Scozia, conferisce un aroma particolarmente forte e caratteristico. Con la torba viene affumicato il salmone e, soprattutto, il malto utilizzato per alcuni scotch whisky single malt, detti per l'appunto "torbati". Questo dà un caratteristico sapore al distillato, molto apprezzato dagli amatori.

Giardinaggio[modifica | modifica wikitesto]

La torba è attualmente il principale substrato vivaistico per la produzione di ogni tipo di pianta ornamentale e da frutto. A livello amatoriale e non vivaistico si utilizza principalmente in giardinaggio e agricoltura, come ammendante ricco di sostanza organica, acidi umici e fulvici e nutrienti per il suolo. È venduta in sacchi di telo plastico di vari formati, quasi sempre in miscela tra i diversi tipi di torbe e con altri elementi come argilla, sabbia o fertilizzanti. Nel suolo favorisce la permeabilità, la radicazione delle piante, l'aerazione ed aumenta la leggerezza e la sofficità, fungendo anche da pacciamatura e da cappotto termoregolatore. La torba venduta in commercio si divide in tre principali tipologie: torba per piante acidofile, torba mista neutralizzata e torba bionda acida di sfagno. I tre terricci hanno una struttura chimica diversa: la torba per acidofile è una terra dal pH acido (4,5 - 5,5) e con fertilizzanti incorporati. La torba neutralizzata è una miscela di varie torbe a pH neutro adatta per l'uso con tutte le piante (acidofile escluse), la torba bionda acida di sfagno è una torba purissima dal pH bassissimo (3 - 3,5), quasi priva d'azoto e sali minerali, perfetta per le piante carnivore, le quali vivono nelle torbiere.

A causa dell'elevato impatto ambientale che lo sfruttamento delle torbiere comporta, e del lento ma progressivo esaurirsi dei giacimenti, molte ditte produttrici ed enti pubblici agrari hanno svolto studi sulla sua possibile sostituzione con materiali simili (essendo la torba una fonte non rinnovabile), non trovando però al momento risultati accettabili.

Metallurgia[modifica | modifica wikitesto]

I depositi di torba hanno avuto storicamente un'importanza metallurgica. Durante l'alto medioevo i vichinghi usavano il ferro di torba per produrre spade e armature.

Cosmesi[modifica | modifica wikitesto]

La torba è usata anche nei trattamenti cosmetici, perché contiene acidi capaci di venire assorbiti dalla pelle e incrementare il metabolismo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ World Energy Council, Survey of Energy Resources 2007 (PDF), 2007. URL consultato l'11 agosto 2008.
  2. ^ International Mire Conservation Group, Peat should not be treated as a renewable energy source (PDF), 3 gennaio 2007. URL consultato il 12 febbraio 2007.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Jack C. Eslick - Bogs: a web presentation

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

agricoltura Portale Agricoltura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di agricoltura