Licenza di pilota privato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La licenza di pilota privato (PPL, Private Pilot License) è la prima licenza di volo ottenibile e abilita a pilotare un aereo per scopi privati, ovvero senza alcuna forma di remunerazione.

Per iscriversi a una scuola di volo il candidato deve aver compiuto almeno 16 anni, deve sottoporsi a una visita medica presso un centro riconosciuto dall'Istituto di Medicina Legale e deve ottenere come minimo il certificato di idoneità di seconda classe. Tale certificato è rinnovabile ogni due anni fino al compimento del quarantesimo anno di età, anno in cui è necessario sottoporsi ad accertamenti medici ogni dodici mesi per poterlo rinnovare.

Dopo l'iscrizione alla scuola di volo, il candidato deve aver compiuto almeno il diciassettesimo anno di età e deve avere al proprio attivo come minimo 45 ore di volo per poter sostenere gli esami e ottenere la licenza. Le prime 12 ore devono essere effettuate a doppio comando con un istruttore di volo (+10 minuti circa come solo pilota), dopodiché, superando un breve esame teorico e un esame pratico, si otterrà l'attestato di allievo pilota (Student Pilot Certificate) con cui sarà possibile effettuare voli d'addestramento anche come solo-pilota (Single Pilot, S.P.) previa autorizzazione del proprio istruttore di volo o del direttore della scuola, ed entro un raggio limite dal campo base (270 miglia nautiche). Occorre inoltre frequentare il corso teorico di circa 150 ore, e superare l'esame ministeriale.

Se l'allievo avesse già maturato ore di volo su aliante, ultraleggero o elicottero, può avere una detrazione pari al 10% delle ore fatte sulle minime per avere il PPL, con un massimo di 10 ore. Ulteriori 5 ore possono essere fatte su un simulatore di volo certificato.

Per mantenere il brevetto valido occorre un check con istruttore abilitato a bordo ogni 24 mesi, sebbene molti AeroClub richiedano la frequenza di un volo ogni mese calendariale per poter volare come pilota responsabile, altrimenti sarà necessario un volo di ripresa con l'istruttore.

La licenza PPL consente il trasporto di persone, esclusivamente a titolo gratuito. Per il lavoro aereo occorre la CPL, ovvero la licenza di pilota commerciale.

La PPL può essere integrata con abilitazioni, che consentono per esempio di pilotare aerei multi-motore a pistoni (MEP), motore turbocompresso, carrello retrattile, elica a passo variabile, carrello biciclo, idrovolanti, biplani, volo a vista (VFR) notturno, volo strumentale (IFR) e altro.

È necessaria l'abilitazione alla fonia della lingua italiana aeronautica, e se si va all'estero è obbligatoria la fonia in lingua inglese (dopo il conseguimento del brevetto di pilota privato), mentre è sempre obbligatoria la fonia in lingua inglese al conseguimento del brevetto di pilota commerciale.

In Italia per avere la PPL occorre preventivare almeno 8000-12000 euro, negli USA talvolta possono bastare 2000-3000 dollari, anche se la licenza conseguita negli Stati Uniti, conforme agli standard FAA è utilizzabile in Europa, previa conversione, per un periodo limitato di massimo 12 mesi, dopodiché è necessario sostenere uno specifico esame teorico/pratico.

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione