Liborio Guccione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Liborio Guccione (Alia, 12 marzo 1922Lucca, 29 marzo 1996) è stato uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Liborio Guccione, nato ad Alia (PA) il 12 marzo 1922, nel 1947 si trasferisce in Toscana, dove svolge l'attività di giornalista e scrittore. Muore a Lucca nel 1996, facendo appena in tempo a consegnare l'ultima sua opera "Giorni vissuti come fossero anni" all'Amministrazione comunale di Alia, grazie alla quale essa viene pubblicata ad un anno dalla sua morte e poi diffusa ampiamente tra gli Aliesi residenti e tra quelli, da emigrati, sparsi per il mondo.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

La sua produzione letteraria, oltre a numerosi scritti di carattere vario, comprende:

Romanzi storici:

  • Le vene nere, 1973, Lucca, Vangelista Editore.
  • Cu Vincìu? Chi Vinse?, 1976, Lucca, Vangelista Editore.
  • Giorni vissuti come fossero anni, 1997, Soveria Mannelli, Arti Grafiche Rubettino.

Saggi sulla Resistenza:

  • Il Gruppo Valanga e la Resistenza in Garfagnana, 1978, Lucca, [Pacini Fazzi Editore].
  • Missione Rosa-Balilla Resistenza e Alleati, 1987, Lucca, Vangelista Editore.