La mia vita in rosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La mia vita in rosa
Titolo originale Ma vie en Rose
Paese di produzione Belgio
Anno 1997
Durata 88 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Alain Berliner
Soggetto Alain Berliner Chris vander Stappen
Interpreti e personaggi
Premi

La mia vita in rosa è un film belga del 1997 diretto da Alain Berliner e prodotto da Carole Scotta.

È stato presentato nella Quinzaine des Réalisateurs al 50º Festival di Cannes.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola ruota attorno al personaggio principale, un ragazzino di 7 anni di nome Ludovic, che stenta a riconoscersi nel suo corpo esteriore di maschio, convinto che la sua vera natura sia femminile al punto da sognare di diventare un giorno una donna a tutti gli effetti. Il film mostra le controversie nella scoperta di questa identità sessuale e nell'accettazione da parte di una famiglia incapace di comprendere.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola ha vinto:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Quinzaine 1997, quinzaine-realisateurs.com. URL consultato l'11 agosto 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]