Kaunitz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stemma della famiglia Kaunitz
Palazzo Kaunitz (Kounický palác) aPraga, sede della ambasciata serba
Palazzo Kaunitz (Kounicův palác) a Brno, sede del rettorato della Università Masaryk

I Kaunitz (in ceco: Kounicové o z Kounic) erano una nobile famiglia con origini in Boemia e Moravia.

La famiglia dei conti von Kaunitz apparteneva all'alta nobiltà austriaca, e se ne ha notizia per la prima volta nel 1412 con Wenzel I von Kaunitz (Václav I. z Kounic), barone di Šlapanice in Boemia.

Nel 1519 invece la famiglia raggiunse il titolo comitale con Ulrich von Kaunitz (Oldřich z Kounic), amico di Carlo V e paladino della controriforma. Divenuta molto potente in Austria, la famiglia von Kaunitz diede a questo paese politici e militari, imparentandosi con antiche dinastie dell'alta nobiltà asburgica: i Colloredo, i Mensdorff-Pouilly, i Clam-Gallas.

Il ramo moravo della famiglia assunse maggiore potenza e ricchezze quando il conte Massimiliano Ulrico (Maxmilián Oldřich, +1746) sposò la contessa Maria Ernestina Cirksena, erede della piccola contea sovrana di Rietberg in Westfalia. Ciò gli permise di ricevere il diritto di voto e di seggio nel Collegio dei Conti dell'impero di Westfalia. Il figlio Wenzel Anton (Václav Antonín) divenne anche conte di Questenburg (1752) e signore di Esens, Stadesdorf, Wittmund e Melrich. Fu famoso ministro degli esteri austriaco (1753-1792). Nel 1784 fu elevato alla dignità principesca ricevendo il diritto di voto personale al Reichstag.

Alcuni importanti esponenti della linea morava della famiglia dei conti von Kaunitz furono:

  • Dominik Andreas I von Kaunitz (Dominik Ondřej z Kounic, 1654-1705), politico austriaco;
  • Franz Wenzel von Kaunitz (František Václav z Kounic, 1742-1825), militare austriaco;
  • Wenzel Robert von Kaunitz (Václav Robert z Kounic, 1848-1913), diplomatico austriaco.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]