Jean Ziegler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Allo stato attuale la produzione agricola mondiale potrebbe facilmente sfamare 12 miliardi di persone. Da un altro punto di vista, si potrebbe equivalentemente dire che ogni bambino che muore per denutrizione oggi è di fatto ucciso »
(Jean Ziegler, ONU Special Rapporteur on the Right to Food)
Jean Ziegler, Fiera del libro di Francoforte 2009

Jean Ziegler (Thun, 19 aprile 1934) è un sociologo e politico svizzero. È autore di numerosi saggi sui temi della povertà e sugli abusi e le storture dei sistemi finanziari internazionali.

Dopo aver compiuto gli studi all'Università di Berna e di Ginevra ha ottenuto il dottorato in Legge e Sociologia.

Consigliere comunale socialista a Ginevra per un breve periodo e poi parlamentare per numerose legislature presso il Parlamento Federale elvetico, oggi ricopre la carica di Relatore speciale sul diritto all'alimentazione per il Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite.

Nel corso degli anni Ottanta fu protagonista di un'accesa controversia riguardante i suoi rapporti con Mu'ammar Gheddafi e la creazione del "Premio Gheddafi per i diritti dell'uomo", per la gestione del quale egli ammise di avere dato i propri consigli, negando al tempo stesso - contro quanto affermato dalla rivista TIME - di aver fatto parte della giuria.

È professore di sociologia presso l'Università di Ginevra e l'università Sorbona di Parigi. Appare nel documentario austriaco del 2005 We Feed the World di Erwin Wagenhofer.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sociologie et Contestation, essai sur la société mythique (1969)
  • Le pouvoir africain (1973)
  • Une Suisse au-dessus de tout soupçon (Una Svizzera al di sopra di ogni sospetto) (1976)
  • Main basse sur l'Afrique (1978)
  • Retournez les fusils ! Manuel de sociologie d'opposition (1980)
  • Vive Le Pouvoir! Ou Les Délices De La Raison D'État (1985)
  • La victoire des vaincus, oppression et résistance culturelle (1988)
  • Les Vivants Et La Mort; Essai De Sociologie (1988)
  • La Svizzera lava più bianco (1990)
  • Charles Baudelaire (1996) avec Claude Pichois
  • L'oro del Maniema (1996)
  • Le bonheur d'être suisse (1994)
  • La Svizzera: l'oro e i morti (1997)
  • Les Rebelles. Contre L'Ordre Du Monde (1997)
  • Partecipazione al volume: Il libro nero del capitalismo (Marco Tropea Editore, 1998)
  • I Signori del crimine (Marco Tropea Editore, 1998)
  • La fame nel mondo spiegata a mio figlio (Marco Tropea Editore, 2000)
  • La privatizzazione del mondo (Marco Tropea Editore, 2002)
  • L'impero della vergogna (Marco Tropea Editore, 2005)
  • L'odio per l'occidente (Marco Tropea Editore, 2010)
  • Destruction massive: Géopolitique de la faim (2011).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 112559016 LCCN: n83141844