Jean Jouvenet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Autoritratto

Jean Baptiste Jouvenet detto il Grande (Rouen, aprile 1644Parigi, 5 aprile 1717) è stato un pittore francese.

Nacque da una famiglia di artisti e il suo primo maestro fu il padre Laurent Jouvenet. Arrivato a Parigi attirò l'attenzione di Charles Le Brun, che gli affidò dei lavori al Castello di Versailles e lo introdusse nel 1675 all'Académie royale de peinture et de sculpture[1], divenendo professore nel 1681 e rettore nel 1707.

Lavorò anche sotto Charles de La Fosse all'Hôtel des Invalides e al Grand Trianon e fu lo zio del pittore Jean Restout.

Gran parte della sua ampia opera è conservata al Museo del Louvre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ l'Académie royale de peinture et de sculpture confluì nel 1816 nell'Académie des beaux-arts

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 64276087 · LCCN: nr89009402 · GND: 102524475 · BNF: cb14957723k (data)
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie