Jean-Baptiste Réveillon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jean-Baptiste Réveillon (Parigi, 1725Inghilterra, 1794) è stato un imprenditore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Luogo in cui sorgeva la Folie Titon

Nel 1752 fondò a Parigi, nell'edificio Folie Titon, al faubourg Saint-Antoine, una fabbrica di carta da parati, successivamente ampliata alla produzione di vari altri tipi di carte, prima nel suo genere, giacché la tappezzeria, che fino a quel tempo era stata in stoffa oppure dipinta e stampata a mano, fu stampata a macchina.

Poiché ciò richiedeva un prezzo minore, ne permise rapidamente la diffusione nelle case a nell'arredamento dei francesi, pur assicurando, soprattutto nei papier peints, una notevole ricercatezza di temi, colori e fattura. Fornivano infatti disegni (fiori, scene naturali, cineserie, animali, paesaggi romantici) numerosi artisti del tempo fra cui Paul Huet. La tradizione della casa venne continuata fino al 1830 da Jacquemard e Bernard e nelle collezioni francesi e in molte dimore antiche sono conservati esempi di queste carte.

Réveillon realizzò con i fratelli Montgolfier la prima mongolfiera, che si alzò dai giardini della sua fabbrica 12 settembre 1783. Una seconda mongolfiera, chiamata Le Réveillon, si alzò il 15 ottobre dai giardini di Versailles. Un altro motivo di notorietà di Réveillon è il saccheggio della sua fabbrica, nota come sommossa Réveillon, avvenuto alla fine dell'aprile del 1789, a meno di tre mesi dell'assalto alla Bastiglia che segnò l'inizio della Rivoluzione Francese. Durante la sommossa, per sfuggire all'ira dei manifestanti, Réveillon si rifugiò proprio nella Bastiglia, uscendone pochi giorni prima del 14 luglio per emigrare in Inghilterra, dove morì nel 1794.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ J. Godechot, La presa della Bastiglia, 1969, p. 185.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jacques Godechot, La presa della Bastiglia, Milano, Il Saggiatore, 1969

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 55277821