Iponimia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'iponimia è un termine, introdotto in linguistica da John Lyons (1963), che indica una specifica relazione semantica tra due termini, uno dei quali, detto appunto "iponimo", ha un campo semantico meno esteso di quello dell'altro termine e ne è ricompreso.[1]

Così, ad esempio, pioppo è iponimo di albero. Ancora: sedia, armadio e tavolo sono iponimi di mobile[2]. Sedia, armadio e tavolo si dicono co-iponimi di mobile.

L'inverso dell'iponimia è l'iperonimia.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dizionario di linguistica, 2004, cit., p. 417.
  2. ^ L'esempio è tratto dal Dizionario di linguistica, 2004, cit., p. 417.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]