Il cimento dell'armonia e dell'inventione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il cimento dell'armonia e dell'inventione
Compositore Antonio Vivaldi
Numero d'opera Opus 8
Epoca di composizione 1725
Dedica Wenzel von Morzin
Durata media due ore ca.
Organico

violino (oppure oboe opzionale in due concerti), orchestra d'archi, basso continuo.

Frontespizio de Il Cimento dell'Armonia e dell'inventione (Amsterdam, Le Cène, ca.1727)
Bologna, Museo internazionale e biblioteca della musica.

Il cimento dell'armonia e dell'inventione (Opus 8) è una raccolta di dodici concerti per violino (oboe a scelta in due concerti), archi e basso continuo composti da Antonio Vivaldi tra il 1723 e il 1725.

La serie, contenente concerti composti per occasioni e in tempi diversi, fu stampata intorno al 1725 ed è soprattutto nota per i primi quattro concerti, meglio conosciuti come Le quattro stagioni. Con il nome "Il cimento dell'armonia e dell'inventione" Vivaldi voleva riferirsi al piacere che egli provava nello sperimentare - soprattutto nella sovrapposizione della forma del ritornello e dell'elemento programmatico - l'idea presente soprattutto nei concerti n. 5, 6 e 10.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Spartiti liberi di Il cimento dell'armonia e dell'inventione, Op. 8 (Antonio Vivaldi) in International Music Score Library Project, Project Petrucci LLC.

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica