Hipposideros halophyllus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Hipposideros halophyllus
Immagine di Hipposideros halophyllus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Hipposideridae
Genere Hipposideros
Specie H.halophyllus
Nomenclatura binomiale
Hipposideros halophyllus
John Edwards Hill, 1984

Hipposideros halophyllus (Hill & Yenbutra, 1984) è un pipistrello della famiglia degli Ipposideridi diffuso in Thailandia e Penisola malese.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 40,5 e 47 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 35 e 38 mm, la lunghezza della coda tra 25 e 28 mm, la lunghezza del piede tra 4,5 e 6,4 mm, la lunghezza delle orecchie tra 11,1 e 16 mm e un peso fino a 7 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Le parti dorsali sono marroni con la base dei peli più chiara, mentre le parti ventrali sono biancastre. Le orecchie sono grandi, larghe, con l'estremità arrotondata e con un grande lobo antitragale rettangolare. La foglia nasale presenta una porzione anteriore piccola, stretta, senza fogliette laterali e con un profondo incavo centrale alla base inferiore, un setto nasale allargato e di forma discoidale, una porzione posteriore alta, con il margine superiore leggermente semi-circolare e con tre setti che la dividono in quattro celle superficiali. Nei maschi è presente una sacca frontale con l'apertura orizzontale, sostituita nelle femmine da un piccolo ciuffo di peli. La coda è lunga e si estende leggermente oltre l'ampio uropatagio. Il primo premolare superiore è piccolo e situato lungo la linea alveolare.

Ecolocazione[modifica | modifica wikitesto]

Emette ultrasuoni ad alto ciclo di lavoro con impulsi a frequenza costante di 180-185 kHz.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si rifugia in grotte calcaree con piccole aperture preferibilmente sottosuolo dove forma gruppi fino a 200 individui. Ha un raggio di azione limitato a circa 2 km dai siti di riposo.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di insetti.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Vive nelle foreste.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa nella Thailandia centrale e peninsulare e nella Penisola malese settentrionale.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato l'areale limitato e seriamente frammentato, l'estensione del proprio habitat forestale in declino a causa della deforestazione e l'esistenza di meno di 2.500 esemplari maturi, classifica H.halophyllus come specie in pericolo (EN).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Bates, P., Bumrungsri, S., Francis, C., Csorba, G. & Walston, J. 2008, Hipposideros halophyllus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Hipposideros halophyllus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Francis, 2008, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi