Henry Perigal Borrell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Henry Perigal Borrell (Londra, 1795Smirne, 2 ottobre 1851) è stato un numismatico britannico[1]. Era figlio di John Henry Borrell, un orologiaio di Londra, e di Kitty Howe.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver studiato il commercio numismatico a Londra, viaggiò verso l'Impero ottomano e prese casa ed aprì un'attività di commerciante a Smirne dal 1818 fino alla sua morte. Due anni dopo il suo arrivo, nel 1820, sposò a Smirne Emelia Boddington. Negli anni 1820 ottenne un'inscrizione a Afrodisia, di cui inviò una copia a August Böckh.[2] Nel 1838 incontrò a Smirne il VI duca di Devonshire e gli vendette la testa dell'Apollo Chatsworth, (trovata a Tamassos) che ora si trova al British Museum. Tramite la Bank of England, Borrell vendette anche monete al British Museum.

Dedicò anche molto tempo ed energie a scoprire monete greche antiche non ancora pubblicate, e i suoi risultati furono presentati in articoli sulla Revue numismatique, su Numismatic Chronicle (compresi articoli nel 1839 sulle "Coins in Andeda in Pisida" e nel 1841 "On the coins reading OKOKLIEŌN"), nonché anche su periodici numismatici tedeschi. Nel 1836 pubblicò a Parigi un "Notice sur quelques médailles grecques des rois de Chypre" (sul Regno di Cipro). Divenne anche un membro associato della Numismatic Society di Londra il 28 novembre 1839, e vi rimase associato fino alla morte. La sua collezione di monete, antichità e pietre fu venduta dopo la sua morte da Sotheby and Wilkinson di Londra nel 1851, che vendette anche la sua biblioteca numismatica 2 anni dopo, il 28 febbraio 1853. Molti dei suoi numerosi figli rimasero a Smirne, mentre Frederick Anthony Borrell (1836-1905) ritornò a Londra e sposò Laura Bithinia Maceroni in quella città nel 1857.[3]

Henry aveva inviato una quaderno con circa 200 antiche iscrizioni greche e di altri centri del Mediterraneo orientale a James Kennedy Baillie MRIA, Rettore di Ardtrea (1793-1864), ancora presente presso quell'accademia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dictionary of National Biography entry
  2. ^ D. Whitehead, From Smyrna to Stewartstown: a numismatist's epigraphic notebook, Proceedings of the Royal Irish Academy 99c (1999), 73-117, 104-5
  3. ^ ancestry.com

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gentleman's Magazine, 2nd ser., 39 (1853), 324
  • Notice of his death in Proceedings of the Numismatic Society for 24 June, 1852, "Numismatic Chronicle", 14 (1851–2)
  • List of honorary members in R. A. G. Carson and H. Pagan, A history of the Royal Numismatic Society, 1836–1986 (1986), 79
  • F.Boase, Modern English biography: containing many thousand concise memoirs of persons who have died since the year 1850, 6 vols. (privately printed, Truro, 1892–1921); repr.(1965)
  • "Inscriptions of Aphrodisias Project"

Controllo di autorità VIAF: 78438310

numismatica Portale Numismatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di numismatica