Halvdan Koht

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Halvdan Koht

Halvdan Koht (Tromsø, 7 luglio 1873Bærum, 12 dicembre 1965) è stato uno storico e politico norvegese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Halvdan Koht fu un eminente storico che si occupò principalmente della storia medievale dei paesi scandinavi; comunque, accanto alla sua notevole attività scientifica, svolse una intensa attività politica, che lo portò nel 1935 ad essere nominato Ministro degli Esteri nel governo laburista di Johan Nygaardsvold, incarico mantenuto ininterrottamente fino al 1941.

Nell'aprile 1940, quando la Germania nazista invase la Norvegia, Koht riuscì a fuggire ed a rifugiarsi a Londra, dove entrò a far parte del governo norvegese in esilio e dove si batté per la liberazione della sua nazione. Nel febbraio 1941 diede le dimissioni.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • B.P.Boschesi - Il chi è della Seconda Guerra Mondiale - Mondadori Editore, 1975, Vol. I, p. 308

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]