Glottiphyllum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Glottiphyllum
Glottiphyllum depressum (aka).jpg
Glottiphyllum depressum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Caryophyllales
Famiglia Aizoaceae
Genere Glottiphyllum
Specie
  • Vedi testo

Glottiphyllum è un genere di piante succulente appartenente alla famiglia delle Aizoaceae. Originarie del Sudafrica, queste piante derivano il loro nome dal greco “glotta” (lingua) e “phyllon” (foglia) in riferimento alle loro lunghe foglie carnose.
Si sviluppano a cespuglio e le loro foglie, di forma oblunga e cilindraca, sono acauli (prive di gambo); i vistosi fiori sono grandi, di colore giallo e con corti picciuoli. Le piante sono autosterili ma facilmente incrociabili tra di loro.

Coltivazione[modifica | modifica sorgente]

Il terriccio necessario per la coltivazione dovrà essere molto poroso, composto da terra fibrosa con aggiunta di sabbia e pietrisco grossolano in modo da favorire al massimo il drenaggio che salvaguarderà la pianta dal marciume al quale è facilmente soggetta.

La posizione richiesta è di massima luminosità e di pieno sole. Le annaffiature, nel periodo estivo, dovranno essere effettuate solo quando la terra si presenterà ben asciutta.
Nel periodo invernale le piante andranno conservate ad una temperatura non inferiore ai 4-7 °C mentre le annaffiature dovranno essere sospese del tutto.

La moltiplicazione può avvenire:

  • per divisione dei cespi o per talea
  • per seme, depositando i semi in un letto di terra e sabbia umide e mantenuti ad una temperatura di circa 21 °C sino a quando avranno raggiunto uno sviluppo sufficiente per essere invasati.

Alcune specie coltivate[modifica | modifica sorgente]

Queste alcune delle ventuno specie conosciute.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica