Gliese 505

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gliese 505
Classificazione Nana arancione
Classe spettrale K1V / M1V
Distanza dal Sole 36,6 anni luce
Costellazione Chioma di Berenice
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta 13h 16m 51,053s
Declinazione +17° 01′ 01,84″
Dati fisici
Raggio medio 0,82 / 0,59[1] R
Massa
0,79 / 0,55[2] M
Temperatura
superficiale
4730 / ? K (media)
Luminosità
0,35 [3] L
Metallicità [Fe/H]=-0,22[3]
Dati osservativi
Magnitudine app.
+6,49 (6,66 / 9,50)[2] (media)
Magnitudine ass. +6,27 / +9,60[4]
Moto proprio AR: 623.9 mas/anno
Dec: -259.0 mas/anno
Velocità radiale 26 km/s
Nomenclature alternative
HD 115404, HIP 64797, SAO 100491, BD+17 2611.

Gliese 505 è una stella binaria distante 36,6 anni luce dal Sistema solare, situata nella costellazione della Chioma di Berenice, a meno di 2º da Alfa Comae Berenices (Diadem).

La componente principale del sistema è una nana arancione di classe spettrale K1V avente una massa 0,79 volte quella del Sole, la secondaria è una nana rossa di classe M1V, con massa 0,55 volte quella solare. Le due stelle sono separate da 7,2 secondi d'arco, il che implica una distanza reale di 81 UA. La metallicità della primaria, secondo Anderson (2012)[3], è di molto inferiore rispetto a quella del Sole, mentre la luminosità è pari al 35% rispetto a quella solare[3].

La stella più vicina a Gliese 505 è una debole nana rossa, HIP 63510, a 4,4 anni luce, mentre a poco meno di 6 anni luce si trova Mufrid, che a quella distanza brillerebbe di magnitudine -1,38. La stella più luminosa del cielo sarebbe però di gran lunga Arturo, che dista 9 a.l. e avrebbe una magnitduine di -3,10. Particolarmente brillante sarebbe anche Denebola, che a 13 a.l. brillerebbe di magnitudine -0,02, quarta stella più luminosa vista dal sistema di Gliese 505, dopo Arturo, Mufrid e Canopo[5].

Nomenclature alternative sono: HD-115404, HIP-64797, LHS-2713/2714, SAO-100491.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Catalogue of Stellar Diameters (CADARS) (Pasinetti-Fracassini+ 2001)
  2. ^ a b Masses of visual binaries (Cvetkovic+, 2010)
  3. ^ a b c d Extended Hipparcos Compilation (XHIP) (Anderson+, 2012)
  4. ^ Abundances of stars within 15pc of the Sun (Luck+, 2005)
  5. ^ Come verificato dal software di simulazione spaziale Celestia

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]