Giorgio Michelotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giorgio Michelotti
Giorgio Michelotti 65.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 186 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Ritirato 1966 - giocatore
1984 - allenatore
Carriera
Giovanili
195?-1956 Viareggio Viareggio
Squadre di club1
1956-1957 L.R. Vicenza L.R. Vicenza 12 (1)
1957-1959 Como Como 57 (2)
1959-1966 Catania Catania 113 (0)
Carriera da allenatore
19?? Sangiovannese Sangiovannese
1972-1973 Albenga Albenga [1]
1973-1974 Akragas Akragas
1974-1975 Paterno Paternò [2]
197? Folgore Castelvetrano Folgore Castelvetrano
19?? Monopoli Monopoli
1981-1982 Catania Catania
1983-1984 Riesi
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 
« Quando entrammo con Prenna a San Siro, per visionare il terreno di gioco, quello che ci colpì fu la maestosità del campo. Sapere che su quel terreno avevano giocato fior di campioni ci aveva messo la tremarella alle gambe. Quel giorno una serie di autoreti ci tagliò le gambe, il Catania perse la possibilità di chiudere il girone d’andata in testa alla classifica »
(Giorgio Michelotti)

Giorgio Michelotti (Bengasi, 20 gennaio 1936) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Da giocatore, è cresciuto nel Viareggio ed ha vestito le maglie di Vicenza, Como e Catania, squadra con cui ha giocato in Serie A (76 presenze in Serie A dal 1960 al 1966).

Ha disputato 2 partite con la Nazionale militare.

Da allenatore è rimasto prevalentemente in Serie C, affiancando al massimo il direttore tecnico Guido Mazzetti nel Catania, in Serie B.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La raccolta completa degli Album Panini, La Gazzetta dello Sport, 1960-1961, 1961-1962, 1962-1963, 1963-1964, 1964-1965, 1965-1966

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco illustrato del calcio 1973, edizioni Panini, pag. 311
  2. ^ Almanacco illustrato del calcio 1975, edizioni Panini, pag. 327

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]