Ginette Neveu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ginette Neveu (Parigi, 11 agosto 1919Azzorre, 28 ottobre 1949) è stata una violinista francese. Iniziò a suonare a cinque anni, e a sette diede il suo primo concerto, a nove anni il suo primo concerto con l'orchestra. A 11 anni ricevette il primo premio al Conservatorio di Parigi.

In seguito fu allieva di Carl Flesch per quattro anni. Nel 1935 vinse il concorso "Wieniawski" a Varsavia (secondo premio a David Oistrakh).

La carriera la portò in tutto il mondo finché, il 28 ottobre 1949, la musicista perse la vita in un incidente aereo. L'aereo si schiantò nella notte tra il 27 e il 28 ottobre, ai piedi di una montagna dell'isola São Miguel, nell'arcipelago delle Azzorre. Nessuno dei 48 passeggeri (tra cui si ricorda Marcel Cerdan, pugile all'epoca compagno di Edith Piaf) sopravvisse.

Alcuni critici giudicano il suo suono poco "femminile" e lei osserva: "Ciò che più conta per l'artista è la propria individualità, che deve tendere ad acquisire sempre più forza".

Ha inciso:

  • L. van Beethoven Concerto op. 61,
  • J.Brahms Concerto op. 77,
  • J.Sibelius Concerto op. 47,
  • R.Strauss Sonata op. 18,
  • C. Debussy Sonata,
  • M. Ravel Tzigane (due edizioni: con pianoforte e con orchestra) e Pièce en forme de habanera * E. Chausson Poema.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Boris Schwarz, Ginette Neveu, in Great Masters of the Violin: From Corelli and Vivaldi to Stern, Zukerman and Perlman, London, Robert Hale, 1983, pp. 378-380
  • Henry Roth, Ginette Neveu, in Violin Virtuosos, From Paganini to the 21st Century, Los Angeles, California Classics Books, 1997, pp. 317-318
  • Jean-Michel Molkhou, Ginette Neveu, in Les grands violonistes du XXe siècle. Tome 1- De Kreisler à Kremer, 1875-1947, Paris, Buchet Chastel, 2011, pp. 205-207

Controllo di autorità VIAF: 37102915 LCCN: n84132589