Gallus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Gallus (disambigua).
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gallus
Thimindu 2009 09 04 Yala Sri Lanka Junglefowl 1.JPG
Maschio adulto di Gallus lafayettii
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Galliformes
Famiglia Phasianidae
Sottofamiglia Phasianinae
Genere Gallus
Brisson, 1766
Specie

Gallus Brisson, 1766 è un genere di uccelli dell'ordine dei gallinacei.[1]

A questo genere vengono ascritte quattro specie, tutte originarie nel subcontinente indiano, del sud-est asiatico e dell'Indonesia (sebbene sembrerebbe che il genere abbia avuto origine in Eurasia in base ai resti fossili finora trovati): a seguito del processo di addomesticamento, una delle specie (Gallus gallus ed in particolare la sottospecie domesticus) ha distribuzione cosmopolita e rappresenta uno degli animali domestici numericamente più consistenti in assoluto.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di uccelli di media taglia, contraddistinti da un marcato dimorfismo sessuale, col maschio più grande della femmina e dotato di un piumaggio molto più sgargiante, piume più lunghe e cresta e bargigli molto pronunciati. Nonostante la colorazione, tuttavia, è molto difficile avvistare questi uccelli indipendentemente dal sesso nelle aree di densa vegetazione che essi prediligono.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

La funzione dei colori sgargianti del maschio è quella di attrarre il maggior numero di femmine possibile, in modo tale da potersi riprodurre e propagare i propri geni: la cura delle uova è affidata unicamente alla femmina, che si occupa anche dei piccoli, che sono nidifughi.

Si tratta di animali che si nutrono prevalentemente di semi e materiale di origine vegetale, ma (specialmente nel caso dei giovani esemplari) non disdegnano di mangiare anche insetti.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Il genere Gallus comprende le seguenti specie:[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Phasianidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 5 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli