Francesco Villamena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un santo in preghiera nella foresta

Francesco Villamena (Assisi, 1566Roma, 1625) è stato un incisore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Villamena fu un valente incisore, conosciuto soprattutto per le riproduzioni in incisione di famose opere d'arte. Non trascurò peraltro di disegnare anche scene popolari e di genere.
Fu inizialmente allievo di Cornelis Cort[1] a Roma. La sua vena pittoresca e popolare ispirò Jacques Callot e Claude Mellan, che studiarono i suoi lavori.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • "La visione di S. Francesco", (1588).
  • "Il giardiniere", (c. 1600).
  • "Il venditore d'inchiostro", (c. 1600).
  • "Il venditore di caldarroste", (1601), British Museum, Londra.
  • "La baruffa di Bruttobuono", (1601), Gabinetto nazionale delle stampe, Roma.
  • 20 episodi delle pitture delle Logge Vaticane di Raffaello, in La Sacra Genesi figurata da Rafaele d’Urbino nelle Logge Vaticane, intagliata da Francesco Villamena (Roma, fra il 1593 e 1621)
  • Illustrazioni d'un'opera del Vignola: Regola delli cinque ordini d’architettura. Roma, G.-B. De Rossi, (« Raccolte e poste in luce da Francesco Villamena nell’anno 1617 »), Roma.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Incisore olandese (1539-1578) stabilitosi definitivamnete a Roma nel 1572 - vedi: J.A.F. Orbaan, Documenti sul barocco.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Controllo di autorità VIAF: 56751733 LCCN: no00028128