Fototipo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il fototipo di una persona è una classificazione utilizzata in dermatologia, determinata sulla qualità e sulla quantità di melanina presente in condizioni basali nella pelle. Esso indica le reazioni della pelle all'esposizione alla radiazione ultravioletta ed il tipo di abbronzatura che è possibile ottenere tramite essa.

Conoscere il proprio fototipo è il punto di partenza fondamentale per preservare la salute della propria pelle e per comportarsi correttamente durante l’esposizione alla radiazione ultravioletta della luce solare.

La luce visibile all'occhio umano, tramite un meccanismo complesso, blocca la produzione della melatonina (la quale viene dunque prodotta in buio ed è sua volta un farmaco contro l'insonnia). La produzione della melatonina consuma la serotonina che è il suo precursore. Esposti gli occhi alla luce visibile del sole, più serotonina rimane fuori da tale processo e potenzialmente disponibile. Reazione opposta avviene indossando occhiali da sole protettivi. La serotonina è un fattore stimolante la secrezione di ormone della crescita, il cui principale antagonista è la melatonina, mentre ha un effetto opposto sul testosterone.
La luce ultravioletta stimola anche la produzione della vitamina D a livello cutaneo e degli ormoni, e la melanina, sintetizzata a partire dallo stesso aminoacido (tirosina) che è anche la materia prima della dopamina (un'altra sostanza coinvolta nella regolazione dell'umore e dell'ansia). Perciò, la luce solare alza la serotonina e il testosterone (tramite la vitamina D), e in seconda istanza agisce su melanina e dopamina.

Per una corretta esposizione al Sole bisogna sempre conoscere, oltre al fototipo della pelle, l'Indice UV dell'ora in cui ci si espone.

I sei fototipi[modifica | modifica wikitesto]

La dermatologia distingue sei tipi di fototipo, a seconda delle caratteristiche dell'individuo e della reazione all'esposizione ai raggi ultravioletti. La pelle di ogni persona, a seconda del fototipo contiene una certa quantità di melanina, la sostanza responsabile dell'abbronzatura: Il fototipo VI è quello che ne contiene di più, mentre il fototipo II è quello che ne contiene di meno; la quantità di melanina presente nelle persone di fototipo I è nulla o comunque quasi insignificante e proprio per questo anche una minima esposizione alla luce solare può essere molto pericolosa per la salute.

Tabella generale[modifica | modifica wikitesto]

Fototipo I Fototipo II Fototipo III Fototipo IV Fototipo V Fototipo VI
Carnagione della pelle Lattea/rossastra Molto chiara Abbastanza chiara Leggermente scura/Olivastra Scura Scurissima/nera
Sensibilità al Sole Molto elevata Elevata Media Ridotta Minima NO
Colore degli occhi Azzurri/verdi chiari Azzurri/verdi Azzurri scuri/verdi scuri Marroni normali o chiari Marroni Marroni scuri
Colore dei capelli Rossi o biondi chiari Biondi normali Biondi scuri/castani Castani/castani scuri Neri Neri
Lentiggini sulla pelle Moltissime Molte Alcune Pochissime Nessuna Nessuna
Scottature Sempre Molto spesso Spesso Talvolta In casi rari Mai
Tipo di abbronzatura Inesistente o quasi Leggermente dorata Dorata Abbastanza intensa Molto intensa Intensissima
Tempo di abbronzatura ------------------ 2 mesi circa 1 mese circa 1 settimana circa 2-3 giorni circa 1 giorno
SPF per le prime esposizioni 50+ (molto alto) 50 (alto) 30 (alto) 20/15 (medio) 10 (basso) 6 (basso)
SPF a pelle già abbronzata 50+/50 (molto alto o alto) 30 (alto) 20/15 (medio) 10 (basso) 6 (basso) Nessuno (6 in caso di esposizioni prolungate o sotto elevato Indice UV
Max. indice UV tollerato
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Indice UV#Indice di danno alla pelle.

Attenzione ai bambini[modifica | modifica wikitesto]

I bambini, a parità di fototipo, hanno una pelle più sensibile al Sole, per cui hanno sempre bisogno di essere protetti con creme solari a SPF più alto rispetto ad uno adulto anche se non obbligatorio

Caratteristiche contrastanti[modifica | modifica wikitesto]

Seguendo le indicazioni riportate nella tabella precedente, tutte le persone con un certo tipo di pelle hanno lo stesso colore di occhi e di capelli, ma in realtà non sempre è così. In ogni caso bisogna ricordare che una persona con gli occhi ed i capelli scuri ma con la pelle piuttosto chiara, deve essere considerata comunque di terzo fototipo.

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina