Feng Menglong

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Feng Menglong (cinese tradizionale: 馮夢龍; cinese semplificato: 冯梦龙; pinyin: Féng Mènglóng; 15741645) è stato uno scrittore e poeta cinese della Dinastia Ming. Nacque a Changzhou, l'attuale Suzhou, nella provincia del Jiangsu.

Feng fu uno dei sostenitori della scuola proposta dal filosofo suo contemporaneo Li Zhi, che sottolineava l'importanza dei sentimenti umani e del comportamento nella letteratura. La maggior parte del lavoro svolto da Feng riguarda la cura e la compilazione di testi storici, almanacchi, racconti e novelle. Tuttavia, due sono le novelle da lui scritte degne di nota, Pingyao Zhuan e Qing Shi. Una terza sua novella, Dongzhou Lieguo Zhi (Romanzo del regno degli Zhou Orientali), è stata recentemente portata all'attenzione del pubblico grazie ad una serie televisiva ad essa dedicata. Nel 1620, egli pubblicò la raccolta di novelle Gujin Xiaoshuo (Racconti antichi e moderni).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Pingyao Zhuan
  • Qing Shi (Storia dell'Amore)
  • Gujin Xiaoshuo (Racconti antichi e moderni), pubblicato nel 1620, conosciuto anche con il titolo Yushin Mingyan (Parole illustri per istruire il mondo)[1][2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Selezioni tradotte da Cyril Birch, Storie di una collezione Ming: traduzioni di novelle cinesi del XVII secolo (Bloomington: Indiana University Press, 1959; rpr New York: Grove)
  2. ^ Tradotto per intero: Yang Shuihu, Yang Yunqin, Racconti antichi e moderni: una collezione della dinastia Ming (Seattle: Stampa dell'Università di Washington, 2000)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 2470290 LCCN: n50002569