Feldspatoide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campione di sodalite, un tipo di feldspatoide

I feldspatoidi sono una famiglia di silicati comuni specialmente nelle rocce effusive. Il loro nome indica che per quanto concerne la loro composizione chimica sono simili ai feldspati.

Minerali principali[modifica | modifica sorgente]

Abito cristallino[modifica | modifica sorgente]

È variabile da specie a specie:

  • la nefelina ha abito pseudocubico con individui icositetraedrici;
  • la sodalite, la noseana e l'hauyna sono cubiche con masse compatte.

Origine e giacitura[modifica | modifica sorgente]

I feldspatoidi sono propri di rocce vulcaniche sottosature, ovvero povere di silice e ricche di sodio, eccetto la lazurite che compone il lapislazzuli che si trova in rocce calcaree metamorfosate affini ai marmi ricchi di silicati detti skarn.

Caratteristiche chimico fisiche[modifica | modifica sorgente]

Strutturalmente i feldspatoidi sono dei tettosilicati con struttura molecolare a tetraedri con al centro gli atomi di silicio talvolta sostituito dall'alluminio. ed ai vertici gli atomi di ossigeno. Gli spazi vuoti tra un tetraedro e l'altro sono riempiti da potassio, sodio calcio, cloro, zolfo e gruppo SO4. Sono possibili miscele isomorfe.

Usi[modifica | modifica sorgente]

Il lapislazzuli viene usata come pietra pregiata e per realizzare dei pigmenti color blu oltremare.
La sodalite viene utilizzata come pietra ornamentale.
Anticamente la leucite veniva utilizzata come fertilizzante visto il suo alto contenuto di potassio.
La nefelina viene utilizzata nella produzione industriale di ceramica.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ N. B. per le località di ritrovamento, data la lunghezza eccessiva della lista, viene rimandata alle pagine relative delle corrispondenti specie di feldspatoidi.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Autori Vari, Scheda Feldspatoidi in Il magico mondo di minerali & gemme, De Agostini (1993-1996), Novara

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Mineralogia