Erin Brockovich

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Erin Brockovich

Erin Brockovich Ellis (Lawrence, 22 giugno 1960) è un'attivista statunitense.

È presidente della Brockovich Research & Consulting, ed è attualmente coinvolta in numerosi progetti ambientali in tutto il mondo[1].

È nota per la causa intentata contro la Pacific Gas & Electric nel 1993 per la contaminazione con cromo esavalente delle acque della città di Hinkley in California per oltre 30 anni. Nel 1996, a seguito della più grande azione legale condotta nel suo genere, capeggiata dalla Brockovich e da Ed Masry, il colosso dell'energia è stato costretto a pagare il più grande risarcimento nella storia degli Stati Uniti: 333 milioni dollari ai più di 600 residenti di Hinkley[1].

La sua storia è stata drammatizzata nel film del 2000 Erin Brockovich - Forte come la verità, con Julia Roberts, in cui la Brockovich recita in una piccola parte come cameriera.[2]

Nel 2001 ha scritto e pubblicato, con Marc Eliot il libro Take It From Me. Life’s A Struggle, But You Can Win, McGraw-Hill Inc.,US, ISBN 978-0-07-140804-2., che negli USA è diventato un bestseller[1].

Attualmente sta lavorando su casi di contaminazione delle falde acquifere in California, Texas, Florida, Michigan, Illinois e Missouri e ha richieste d'intervento da molti altri stati degli Stati Uniti, dall'Australia e da altre località internazionali[1].

Erin Brockovich è stata arrestata il 07 giugno 2013, a Lake Mead, Nevada, scoperta alla guida di una barca in stato di ebbrezza. Secondo i rangers che l'hanno arrestata, aveva il tasso alcolemico doppio rispetto il limite legale di 0,08. L'ambientalista è stata rilasciata dopo aver pagato una cauzione di 1000 dollari[3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) My Story, brockovich.com. URL consultato il 10 giugno 2013.
  2. ^ (EN) Erin Brockovich-Ellis in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.
  3. ^ Elmar Burchia, Erin Brockovich ubriaca in barca: arrestata in Corriere della Sera, 10 giugno 2013. URL consultato il 10 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 3388972 LCCN: n2001093249

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie