Epidermolisi bollosa acquisita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Epidermolisi bollosa acquisita
Malattia rara
Codici di esenzione
SSN italiano RN0570
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 694.8
ICD-10 (EN) L12.3
Sinonimi
EBA

L'Epidermolisi bollosa acquisita è una malattia dermatologica con caratteristica comparsa di bolle sottoepidermiche, in passato era diffusa con il pemfigoide bolloso.

Tipologia[modifica | modifica sorgente]

Esiste sia la forma infiammatoria che cronica, nella seconda quando le bolle scompaiono e cicatrici compaiono al loro posto.

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

Le cause sono riportate ad un deposito irregolare e granulare di IgG.

Diagnosi associate[modifica | modifica sorgente]

Altre malattie vengono sovente diagnosticate, come colite ulcerosa e malattia di Crohn.

Terapie[modifica | modifica sorgente]

Tale malattia resiste alle normali terapie:

  • Forme croniche: il dapsone che in casi similari fornisce ottimi risultati può essere anche inutile, stesso rischio per la colchicina.
  • Forme infiammatorie: si somministrano ciclosporina in dosi minime e prednisone con dosi superiori (fino a 6 mg/kg al giorno).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Tullio Cainelli, Riannetti Alberto, Rebora Alfredo, Manuale di dermatologia medica e chirurgia terza edizione, Milano, McGraw Hill, 2004.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina