Bolla (medicina)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Bolla
Smlp6860.jpg
Bolla localizzata a un piede e causata dall'uso di sandali infradito
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 919.2
ICD-10 (EN) T14.0

La bolla è un rigonfiamento dovuto a una raccolta di liquido limpido al di sotto dello strato esterno dell'epidermide, e può essere di varie dimensioni, a seconda della causa scatenante. È comunque più grande di una vescicola[1].

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

Tra le cause della bolla più comuni si menzionano:

Le bolle da reazione allergica[modifica | modifica wikitesto]

Quando la pelle o l'organismo stesso entrano in contatto con sostanze che provocano una reazione allergica (medicinali, alimenti intollerati, ecc.), l'epidermide, in reazione all'accaduto, comincia a presentare dei rigonfiamenti che spesso possono avere dimensioni molto più grandi di quelle che si pensano, dipendentemente comunque dall'intensità della reazione stessa. In questo caso, onde non sussistesse uno shock anafilattico, si può ricorrere ad una cura a base di cortisone.

Le bolle acneiche[modifica | modifica wikitesto]

L'acne è forse la causa più nota che provoca lo sviluppo di bolle sulla pelle. Le bolle acneiche si presentano generalmente in due tipi:

  • Bolla da rigonfiamento, ovvero un semplice rigofiamento della zona cutanea
  • "Puntino bianco", ovvero un rigonfiamento che al suo interno presenta sostanza grassa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Vocabolario Treccani, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, 1992.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina