Energia elastica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In fisica, l'energia elastica è l'energia potenziale associata alla deformazione elastica di un solido o un fluido.

Ambiti[modifica | modifica wikitesto]

Meccanica[modifica | modifica wikitesto]

Nel caso di una molla l'energia elastica immagazzinata è pari a:

E =  \frac 12 \cdot k x^2

dove:

La forza di ripristino della molla F = -k x secondo la legge di Hooke, è una forza conservativa, per tanto ad essa è associata un'energia potenziale (l'energia descritta più in alto).

Termodinamica[modifica | modifica wikitesto]

L'energia elastica è l'energia interna (U) che può essere convertita in energia meccanica (lavoro). In condizioni adiabatiche l'energia elastica può essere definita in forma differenziale come:

dU = dW = -p dV

dove:

  • p è la pressione esterna, uguale alla pressione interna in quanto il processo è quasistatico (invertibile);
  • V è il volume del gas.

Il segno meno viene usato in quanto la pressione esterna esercita una forza contraria all'espansione. In questo caso si usa la convenzione secondo la quale il lavoro che è eseguito da un gas (in generale da un sistema) è negativo, mentre il lavoro eseguito su di un sistema è positivo.