Embiotocidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Embiotocidae
Brachyistius frenatus.jpg
Brachyistius frenatus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Embiotocidae

Gli Embiotocidae sono una famiglia di pesci ossei marini e d'acqua dolce dell'ordine Perciformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa famiglia è endemica del nord dell'oceano Pacifico[1].

In gran parte sono pesci marini costieri, poche specie (come Hysterocarpus traskii) vivono solo in acqua dolce[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questi pesci hanno di solito corpo alto e compresso, bocca piuttosto piccola e muso appuntito. La pinna dorsale è unica composta da una parte anteriore spinosa e una posteriore a raggi molli. La pinna raggiunge l'altezza maggiore a metà della lunghezza. La pinna caudale è forcuta[1].

La taglia media è di qualche decina di centimetri[2], la massima è raggiunta da Rhacochilus toxotes e si aggira attorno ai 45 cm[1].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Questi pesci sono vivipari, la fecondazione interna avviene per mezzo della pinna anale modificata del maschio[1].

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Alcune specie sono oggetto di pesca professionale e soprattutto di pesca sportiva[1].

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Scheda da Fishbase. Vedi collegamenti esterni.
  2. ^ a b Lista delle specie da Fishbase. Vedi collegamenti esterni.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci