Ekaterina Sergeevna Samojlova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ekaterina Trubeckaja, di Giovanni Battista Lampi, 1792-1796.

Ekaterina Sergeevna Samojlova, in russo: Самойлова, Екатерина Сергеевна?, nata Trubeckaja in russo: Трубецкая? (2 ottobre 1763San Pietroburgo, 21 febbraio 1830), è stata una nobildonna russa.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Era la figlia primogenita del principe Sergej Alekseevič Trubeckoj (1731-1777) e della principessa Elena Vasil'evna Nesvickaja (1744-1831).

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Nel 1786, sposò Aleksandr Nikolaevič Samojlov (1744-1814), nipote dell'illustre principe Grigorij Aleksandrovič Potëmkin. Ebbero cinque figli:

  • Elena Aleksandrovna (1787-23 agosto 1843), sposò Dmitrij Andreevič Donec-Zacharževskij (1784-1871);
  • Gregorij Aleksandrovič (1792-1811);
  • Michail Aleksandrovič (1796-1820);
  • Sof'ja Aleksandrovna (1797-1866), sposò il conte Aleksej Alekseevič Bobrinskij, ebbero tre figli;
  • Nikolaj Aleksandrovič (1800-1842), sposò Julija Pavlovna Palen, non ebbero figli.

I rapporti tra lei e il marito erano freddi, e questo lo sapeva tutta la città e la corte. Spendeva molti soldi nei vestiti portandola ad avere molti debiti nonostante l'enorme fortuna del marito.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Morì a San Pietroburgo, il 21 febbraio 1830, e fu sepolto nella chiesa del Santo Spirito, nel Monastero di Aleksandr Nevskij.