Edwin Samuel Montagu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edwin Samuel Montagu

Edwin Samuel Montagu (Londra, 6 febbraio 1879Londra, 15 novembre 1924) è stato un politico britannico. Ricoprì in particolare l'incarico di Segretario di Stato per l'India dal 1917 al 1922.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Ellen Cohen e Samuel Montagu, 1º barone di Swaythling, ricco banchiere e membro della Camera dei Comuni inglese, studiò al Clifton College (Bristol), alla City of London School, all'University College di Londra e al Trinity College di Cambridge.[1]

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Fu eletto membro del Parlamento nel 1906 come rappresentante di Chesterton fino al 1918, successivamente come rappresentante del Cambridgeshire sino al 1922. Fu segretario di Herbert Henry Asquith, primo ministro britannico dal 1908 al 1916 e leader del Partito Liberale[2].

Nel 1916 ricoprì l'incarico di Ministro delle Munizioni, tra il 1910 e il 1914 fu Sottosegretario di Stato per l'India e nel 1917 divenne Segretario di Stato per l'India. Fu il principale responsabile del Rapporto Montagu-Chelmsford che anticipò il Government of India Act 1919, atto parlamentare che pose le basi per l'autogoverno dell'India e per la successiva indipendenza del paese[2].

Guidò la delegazione indiana alla Conferenza di pace di Parigi del 1919[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scheda biografica di Edwin Samuel Montagu dal database degli alunni della Cambridge University Library.URL consultato il 20 giugno 2012.
  2. ^ a b c (EN) Edwin Samuel Montagu, Britannica.com. URL consultato il 09-06-2012.

Controllo di autorità VIAF: 18025185 LCCN: n82064067