Edward Battel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edward Battel
Dati biografici
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, Pista
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Bronzo Atene 1896 In linea
 

Edward Battel (...) è un ciclista su strada e pistard britannico, medaglia di bronzo ai Giochi della I Olimpiade nella corsa in linea.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Partecipò alle gare di ciclismo alle prime Olimpiadi moderne vincendo una medaglia di bronzo, nel corsa in linea su strada, una corsa di 87 km da Atene a Maratona e ritorno, terminando la gara sanguinante e pieno di terra, a causa delle numerose cadute che avvennero in questa competizione.

Si classificò quarto alla cronometro, distanziato dal terzo classificato, l'austriaco Adolf Schmal, di soli due decimi. Gareggiò anche nella 100 kilometri, nella quale si ritirò al 17º km.

Proteste sul dilettantismo[modifica | modifica sorgente]

Battell lavorava all'ambasciata britannica in Grecia. Vi furono delle proteste su di lui e su un altro ciclista, Frank Keeping, che lavoravano per vivere. Questo faceva sì che "non fossero gentiluomini quindi non potevano essere dilettanti." Lo storico sportivo Mike Price ritiene che "i gentiluomini non venissero pagati, quindi erano veri amatori".[1][2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Price, Mike (2000), Days of Gold and Glory, privately published, UK
  2. ^ Ullrich leads team-mates to podium The Sunday Times

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]