Eclipse (yacht)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Eclipse
MYEclipse-Frederikshavn-Denmark.JPG
Descrizione generale
Tipo yacht di lusso
Proprietario/a Roman Abramovich
Costruttori Blohm + Voss
Varata 12 giugno 2009
Entrata in servizio 9 dicembre 2010
Caratteristiche generali
Lunghezza 162.5 m
Propulsione Diesel:
  • 4 motori
Velocità 25 nodi
Numero di cabine 18
Equipaggio 70
Passeggeri 36
Armamento
Mezzi aerei 3 elicotteri

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia
Eclipse a Nassau, Gennaio 2011


M/Y Eclipse è uno yacht di lusso costruito dalla società Blohm + Voss di Amburgo, in Germania.
Gli esterni e gli interni sono stati progettati dalla società Terence Disdale Design e dall' architetto navale Francis Design.
Lo yacht è stato consegnato all'imprenditore russo Roman Abramovich il 9 dicembre 2010.

Misura 163,5 metri ed è il secondo yacht privato più grande del mondo, dato che è inferiore di 17,3 metri rispetto allo Azzam, che è stato varato nell'aprile 2013.
Può raggiungere i 25 nodi di velocità massima.
Il costo dello yacht è stato stimato in euro 340 milioni, ma una relazione di settembre 2009 ha indicato che i costi finali potrebbero avvicinarsi a 800 milioni di euro.

Eclipse ha due eliporti,tre elicotteri, 24 cabine ospiti, due piscine (di cui una misura 16 m), varie vasche idromassaggio e una sala discoteca. È anche dotato di tre battelli e di un mini sottomarino che è in grado di raggiungere i 50 metri di profondità. Circa 70 membri di equipaggio sono necessari per far navigare lo yacht.

Per sicurezza, Eclipse è dotato di sistemi di rilevazione di intrusione e di un sistema di difesa missilistico. La suite principale e il ponte dello yacht sono dotati di armature e finestre antiproiettile.
Lo yacht, secondo alcune fonti, è dotato di uno scudo antipaparazzi sotto forma di laser che impedirebbe le fotografie. Eclipse è anche la più grande nave che impiega un sistema di stabilizzazione basato su rotore per contrastare il movimento all'ancoraggio e alla velocità di bassa crociera, basato sull'effetto Magnus.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]