Duca di Buckingham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
George Villiers, primo duca di Buckingham in un ritratto di Rubens. Favorito di Giacomo I e poi consigliere di suo figlio Carlo I negli anni della giovinezza, divenne duca nel 1623.

I titoli di marchese o duca di Buckingham erano attributi di carattere nobiliare inglesi, che rendevano pari del regno nel Regno Unito. Il titolo non è da confondere con quello di conte di Buckingham e di conte del Buckinghamshire.

Il Quattrocento[modifica | modifica sorgente]

Il 14 settembre 1444 Humphrey Stafford, sesto conte di Stafford venne nominato duca di Buckingham. Egli era figlio di Anne di Gloucester, figlia di Thomas Woodstock, primo duca di Gloucester, il più giovane dei figli del re d'Inghilterra Edoardo III. Stafford fu uno strenuo difensore della dinastia Lancaster durante la guerra delle due rose e venne ucciso nella battaglia di Northampton, nel luglio del 1460.

Alla sua morte gli succedette nel titolo il nipote Henry, che ebbe un ruolo fondamentale nell'ascesa al trono di Riccardo III. Re Riccardo III divenne re in seguito all'approvazione del Titulus Regius secondo il quale il matrimonio del re precedente Edoardo IV con Elisabetta Woodville era annullato e i figli che aveva avuto non venivano riconosciuti come gli eredi effettivi. In seguito però Henry Stafford ordì una congiura per eliminare Riccardo e venne giustiziato. Suo figlio, Edward Stafford fu privato del titolo, che gli venne restituito solamente con l'avvento al trono di Enrico VII; finì anch'egli giustiziato per essersi opposto al consigliere del re, il cardinale Thomas Wolsey. Il titolo si estinse con Edward Stafford.

Il Seicento e il Settecento[modifica | modifica sorgente]

Il titolo e i privilegi di duca di Buckingham furono ristabiliti da re Giacomo I Stuart per il suo favorito, George Villiers. Egli fu creato barone Whaddon, città della contea di Buckingham, e visconte Villiers nel 1616. Ricevette inoltre i titoli di conte di Buckingham nel 1617, marchese di Buckingham nel 1618 e conte di Coventry e duca di Buckingham nel 1623. Alla morte di Giacomo I, avvenuta nel 1625, affiancò Carlo I nella conduzione della politica estera, schierandosi contro la Spagna e la Francia. Morì, ormai circondato solo da nemici, mentre stava per partire con una flotta per La Rochelle, dove avrebbe aiutato gli ugonotti, ucciso da un fanatico puritano, John Felton (1628).

Il figlio del primo duca, George Villiers, secondo duca di Buckingham fu un importante uomo politico e consigliere di Carlo II quando questi divenne re dopo il periodo repubblicano; divenne membro della Cabal, l'organo che guidava le sorti del regno assieme al sovrano. Morì nel 1687 e il titolo si estinse per la seconda volta.

Nel 1703 John Sheffield venne elevato al titolo di duca di Buckingham e Normanby. Questi era stato membro di spicco del partito Tory durante il regno della regina Anna Stuart.

Nel 1784 infine, George Nugent-Temple-Grenville, figlio dello statista e primo ministro George Grenville, ricevette il titolo di marchese di Buckingham. Suo figlio, Richard Nugent Temple Grenville fu nominato duca di Buckingham e Chandos nel 1822.

Elenco dei duchi[modifica | modifica sorgente]

Baroni Stafford[modifica | modifica sorgente]

Conti Stafford[modifica | modifica sorgente]

Duchi di Buckingham (prima creazione)[modifica | modifica sorgente]

Duchi di Buckingham (seconda creazione)[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]