Drosanthemum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Drosanthemum
ParcoArcheologicoSaturo-Boschetto-DrosanthemumHispidum01.jpg
Drosanthemum hispidum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Caryophyllales
Famiglia Aizoaceae
Genere Drosanthemum
Specie
  • Vedi testo

Drosanthemum è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Aizoaceae[1], originaria del Sudafrica[2]. Comprende piante erbacee annuali succulente che, per la presenza di fiori coloratissimi (rossi, gialli, viola, lilla, rosa, multicolori, ecc.), vengono solitamente usate per guarnire e tappezzare giardini rocciosi, ma possono essere coltivate anche in vaso. Sono piante resistenti ai climi aridi e ai climi miti.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le specie di Drosanthemum sono piante succulente perenni, con foglie sessili e opposte, prive di stipole.

I fiori hanno infiorescenze individuali o collettive, sono ermafroditi a simmetria radiale, con un diametro variabile tra 0,8 e 6 centimetri. I fiori presentano molte brattee, che hanno diversi colori brillanti (a seconda della specie e varietà). Inoltre, i fiori presentano molti stami (circa 75). I carpelli sono di solito cinque (raramente quattro o sei) e si fondono ad un ovaio inferiore.

I frutti sono capsule che contengono molti semi di colore marrone chiaro.

La prima descrizione del genere Drosanthemum è stata pubblicata a Berlino nel 1927, con la specie Drosanthemum hispidum (nota popolarmente come Barba di Giove), da Gustav Schwantes sul Journal of Sukkulentenkunde. Il nome botanico deriva dalle parole greche drosos e anthos che significano "rugiada" e "fiore", che descrivono le cellule piene di acqua presenti sulle foglie di molte specie di questo genere simili, appunto, alle gocce di rugiada.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

il genere comprende le seguenti specie[3]:

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

La loro coltivazione richiede terreno molto poroso composto da terra concimata e sabbia sia in piena terra che in vaso; è però in piena terra che danno il massimo della fioritura. L'esposizione è da pieno sole, con annaffiature anche saltuarie.

La riproduzione avviene depositando i semi in terra sabbiosa mantenuta umida e ad una temperatura di 21 °C; le piantine andranno poi messe a dimora non appena finisce l'inverno e non ci sono pericoli di gelo.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Drosanthemum in "Flora of North America" - John E. Bleck - Volume 4 - pagg. 77, 91 (testo in inglese)
  2. ^ Drosanthemum in "FloraBase, the Western Australian Flora" - Department of Environment and Conservation - Western Australian Herbarium(testo in inglese)
  3. ^ Drosanthemum in The Plant List – A working list of all plant species. URL consultato il 18 gennaio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica