Drin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Drin
Drin
Stati Albania Albania
Macedonia Macedonia
Kosovo Kosovo
Lunghezza 335 km
Portata media 352 m³/s
Bacino idrografico 11.756 km²
Nasce Lago di Ohrid
Sfocia Mare Adriatico

Il Drin (in albanese Drini, in serbo e macedone: Дрим/Drim) è un fiume che attraversa la parte sud-orientale della penisola balcanica.

Lungo 335 km ha una portata media di 352 m³/s. Il bacino ha una superficie di 11.756 km² che comprende gran parte del nord e est dell'Albania, parte della Repubblica di Macedonia e la parte occidentale del Kosovo.

Drin Nero[modifica | modifica sorgente]

Il Drin Nero (in macedone: Црн Дрим/Crn Drim, in albanese: Drini i zi) nasce dal lago di Ocrida (Ohrid). Nel punto in cui esce dal lago, ad un'altitudine di 695 m s.l.m. sorge la città macedone di Struga. Il fiume scorre per 149 km verso nord attraversando un territorio montuoso, a ovest di Debar (Dibra) delimita per alcuni km il confine con l'Albania per poi entrare nel territorio albanese. Poco prima del confine si trova la diga che forma il Debarsko Ezero (lago di Debar). Il fiume prosegue in Albania in direzione nord attraversando le impervie montagne del paese.

Drin Bianco[modifica | modifica sorgente]

Il Drin Bianco (in albanese: Drini i bardhë, in serbo: Бели Дрим/Beli Drim) nasce a nord della città di Peć in Kosovo. Il bacino comprende la parte occidentale della provincia, la cosiddetta pianura di Dukagjin, ossia la Metochia. Il suo corso è fondamentalmente orientato verso sud attraversando strette vallate. Lungo 134 km è il più lungo fiume del Kosovo. A ovest della città di Prizren entra in territorio albanese.

La congiunzione dei due fiumi[modifica | modifica sorgente]

Presso la città albanese di Kukës il Drin Nero e il Drin Bianco si uniscono. Nell'attraversamento delle Alpi Albanesi il fiume è soggetto a numerosi sbarramenti, nell'alto corso dà luogo al lago di Fierza (Liqeni i Fierzës, 72,5 km² profondo fino a 128 m) segue il lago di Koman (Liqeni Komanit) usato per la navigazione, un traghetto infatti percorre quotidianamento il lago. La diga di Vau-Deja, che forma il Liqen i Vaut të Dejës (24,7 km²) si trova sul versante occidentale della catena montuosa.

La biforcazione[modifica | modifica sorgente]

L'unione dei fiumi Drin e Buna

Poco dopo la diga, nella zona pianeggiante a ridosso della costa del nord dell'Albania, il corso del fiume si biforca. Gli smottamenti del terreno avvenuti nel 1858 fecero sì che la massa d'acqua cambiò corso. Un piccolo braccio del fiume (Drini i Lezhës) si dirige verso sud, un tempo questo era il corso principale. Poco a ovest della città di Alessio, attraversa delle colline e raggiunge il Golfo del Drin nel Mare Adriatico.

Il ramo principale del fiume (chiamato Grande Drin, Drini i Madh) scorre verso ovest, attraversa la città di Scutari e, nei pressi della rocca di Rozafa, si unisce al fiume Boiana che esce dal lago di Scutari. Il fiume Boiana costituisce per un lungo tratto il confine tra l'Albania e il Montenegro, sfocia nell'Adriatico dopo circa 32 km. L'estuario è situato nel Golfo di Drin, circa 20 km a nord-ovest del ramo meridionale.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia