Diocesi di Leoben

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Leoben
Dioecesis Leobensis
Chiesa latina
Goess 013.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Salisburgo
  Bistuemer oesterreich leoben.png
Erezione 29 aprile 1786
Soppressa 26 novembre 1857
Dati dall'Annuario Pontificio *
Chiesa cattolica in Austria

La diocesi di Leoben (in latino: Dioecesis Leobensis) è una sede soppressa della Chiesa cattolica.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprendeva la parte settentrionale della Stiria.

Sede vescovile era la città di Leoben. La cattedra episcopale era nella chiesa dell'ex monastero benedettino di Göss (Stift Göss).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 marzo 1786 papa Pio VI concesse all'arcivescovo di Salisburgo la facoltà di erigere la diocesi di Leoben e di istituire e consacrare il nuovo vescovo. L'arcivescovo di Salisburgo eresse la suddetta diocesi il 29 aprile 1786.

L'unico vescovo fu Alexander Franz Joseph Engl von Wagrain, consacrato il 30 aprile 1786. Alla sua morte, il 22 febbraio 1800, la diocesi fu amministrata dal capitolo dei canonici fino al 1808 ed in seguito fu data in amministrazione ai vescovi di Seckau.

La diocesi fu soppressa con bolla pontificia il 26 novembre 1857 ed il suo territorio incorporato in quello della diocesi di Seckau il 1º settembre 1859.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Diocesi