Diocesi di Gamboma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Gamboma
Dioecesis Gambomensis
Chiesa latina
Suffraganea dell' arcidiocesi di Brazzaville
Vescovo Urbain Ngassongo
Sacerdoti 15 di cui 13 secolari e 2 regolari
7.333 battezzati per sacerdote
Religiosi 4 uomini, 12 donne
Abitanti 193.000
Battezzati 110.000 (56,9% del totale)
Superficie 38.400 km² nella Repubblica del Congo
Parrocchie 7
Erezione 22 febbraio 2013
Rito romano
Cattedrale San Pio X
Santi patroni Santa Caterina da Siena
Dati dall'Annuario Pontificio 2013 * *
Chiesa cattolica nella Repubblica del Congo

La diocesi di Gamboma (in latino: Dioecesis Gambomensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Brazzaville. Al momento dell'erezione la diocesi contava 110.000 battezzati su 193.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Urbain Ngassongo.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi comprende la regione degli Altopiani nella repubblica del Congo.

Sede vescovile è la città di Gamboma, dove si trova la cattedrale di San Pio X.

Il territorio è suddiviso in 7 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi è stata eretta il 22 febbraio 2013 con la bolla Petrini muneris di papa Benedetto XVI, ricavandone il territorio dalla diocesi di Owando.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Urbain Ngassongo, dal 22 febbraio 2013

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Al momento dell'erezione, la diocesi su una popolazione di 193.000 persone contava 110.000 battezzati, corrispondenti al 56,9% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
2013 110.000 193.000 56,9 15 13 2 7.333 4 12 7

Fonti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi