Danio choprae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Danio choprae
Danio choprai2.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Famiglia Cyprinidae
Sottofamiglia Danioninae
Genere Danio
Specie D. choprae
Nomenclatura binomiale
Danio choprae
Hora, 1928
Sinonimi

Danio choprai

Danio choprae

Danio choprae Hora, 1928 è un piccolo pesce di acqua dolce appartenente alla famiglia Cyprinidae e proveniente dal Myanmar[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Proviene da piccoli ruscelli, di solito con substrato roccioso[1], affluenti dell'Irrawaddy, in Myanmar[2].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Questo pesce presenta un corpo compresso lateralmente, non particolarmente allungato né alto, e raggiunge al massimo una lunghezza pari a poco più di 3 cm[2]. Ha una colorazione prevalentemente verde-grigiastra con una linea arancione chiaro al centro dei lati.L'opercolo è violaceo e il ventre può avere sfumature blu. Le femmine sono meno colorate dei maschi, hanno una livrea tendente al giallo ed un ventre più gonfio[3].

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

È prevalentemente insettivoro[3].

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

È oviparo e la fecondazione è esterna. Le uova vengono disperse in acqua e non ci sono cure verso di esse[3].

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Va allevato in gruppo e preferisce l'acqua abbastanza in movimento perché somiglia di più al suo ambiente naturale. Si riproduce anche in acquario, ma mangia le proprie uova[3].

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Nonostante a causa della mancanza di dati non è noto se in realtà la sua popolazione sia in declino, questa specie è classificata come "a rischio minimo" (LC) dalla lista rossa IUCN perché non sembra minacciata da particolari pericoli a parte il prelievo per l'acquariofilia. Non è di alcun interesse per la pesca[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Vishwanath, W, Danio choprae in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ a b c d (EN) Danio choprae in FishBase. URL consultato il 17 novembre 2013.
  3. ^ a b c d scheda su www.seriouslyfish.com. URL consultato il 17 novembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci