Cycas chamaoensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cycas chamaoensis
Immagine di Cycas chamaoensis mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Cycadophyta
Classe Cycadopsida
Ordine Cycadales
Famiglia Cycadaceae
Genere Cycas
Specie C. chamaoensis
Nomenclatura binomiale
Cycas chamaoensis
K.D.Hill, 1999

Cycas chamaoensis K.D.Hill, 1999 è una pianta appartenente alla famiglia delle Cycadaceae, endemica della Thailandia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È una cicade con fusto eretto, alto sino a 10 m e con diametro di 14-28 cm.

Le foglie, pennate, lunghe 125-255 cm, sono disposte a corona all'apice del fusto e sono rette da un picciolo lungo 30-60 cm; ogni foglia è composta da 170-310 paia di foglioline lanceolate, con margine leggermente ricurvo, lunghe mediamente 16-30 cm, di colore verde scuro o grigio-verde, inserite sul rachide con un angolo di 60-70°.

È una specie dioica con esemplari maschili che presentano microsporofilli disposti a formare strobili terminali di forma ovoidale o fusoidale, lunghi 50-60 cm e larghi 12-13 cm ed esemplari femminili con macrosporofilli) che si trovano in gran numero nella parte sommitale del fusto, con l'aspetto di foglie pennate che racchiudono gli ovuli, in numero di 2-4.

I semi sono grossolanamente ovoidali, lunghi 35-40 mm, ricoperti da un tegumento di colore giallo.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'epiteto specifico chamaoensis fa riferimento alla diffusione della specie sugli affioramenti granitici nell'amphoe Khao Chamao del Rayong.
Prospera, inoltre, su crepacci soleggiati di pendii rocciosi.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List classifica C. chamaoensis come specie in pericolo critico di estinzione (Critically Endangered)[1].
La specie è inserita nella Appendice II della Convention on International Trade of Endangered Species (CITES)[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Hill, K.D., Cycas chamaoensis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ CITES - Appendices I, II and III in Convention On International Trade In Endangered Species Of Wild Fauna And Flora, International Environment House, 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica