Corydoras caudimaculatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Corydoras caudimaculatus
Immagine di Corydoras caudimaculatus mancante
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Siluriformes
Famiglia Callichthyidae
Genere Corydoras
Specie C. caudimaculatus
Nomenclatura binomiale
Corydoras caudimaculatus
Rössel, 1961

Corydoras caudimaculatus è un pesce tropicale d'acqua dolce, appartenente alla famiglia Callichthyidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Corso superiore del Rio Guaporé, tra Brasile e Bolivia, in affluenti e canali naturali. Preferisce luoghi con buona vegetazione ma anche ampi tratti liberi di sabbia fine, qualche nascondiglio (radici legnose), acqua limpida con temperatura di 22-26 °C, pH 6-7 e durezza fino a 15°dGH.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lunghezza: fino a 6 cm.

Le caratteristiche fisiche del corpo non si discostano di molto da quelle degli altri Corydoras.

Dimorfismo sessuale: le femmine mature si riconoscono per il ventre gonfio di uova.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Pacifico e socievole come la maggioranza dei congeneri, si trattiene sempre sul fondo frugandovi con i barbigli in cerca di cibo. L’attività di questo pesce è prevalentemente diurna. Vive in gruppi di non meno di 10 esemplari.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Simile a quella degli altri Corydoras.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Essendo onnivoro si nutre di piccoli crostacei, larve, insetti ed altri invertebrati presenti fra la vegetazione e nel substrato, oltre che di detriti animali e vegetali, persino di semi.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Si può allevare in vasche di comunità dialmeno 100 litri e riprodurre con successo in cattività, anche se rimane comunque un pesce raro. Uno “spazzino” ideale, in commercio si trovano quasi esclusivamente esemplari di cattura che si rivelano comunque abbastanza robusti. Importanti regolari cambi parziali d'acqua ed un buon filtraggio. Si nutre di tutto ciò che di commestibile trova sul fondo, necessaria però un’integrazione a base di mangime in compresse per pesci di fondo onnivori. Allevare un numero minimo di 10 individui.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Enciclopedia dei pesci tropicali d'acquario di Esther J. J. Verhoef-Verhallen, Edizioni White Star;
  • Corydoras da Il mio acquario, mensile, dicembre 2003.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Fishbase [1];
  • Planet Catfish [2].
pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci